Cristina Patregnani

Ho tre capisaldi: i libri, i miei quaderni e la drum'n'bass. Millanto un'origine messicana per infastidire i milanesi e ho almeno un'ossessione nuova a settimana.

Tutti i ragni | Vanni Santoni

Lo Zoo di :duepunti edizioni giunge al suo dodicesimo esemplare con Tutti i ragni, di Vanni Santoni. Per chi ancora non lo sapesse, lo zoo di cui parlo è composto da librini da collezione, minuscoli e delicati, estremamente raffinati nella grafica e nei materiali, 100% ecologici.

0 Condivisioni

Selma Lagerlöf

Selma Lagerlöf è nota soprattutto per essere la prima donna tra gli Accademici di Svezia. Non tutti sanno, però, che venne da un regno di favole, e nemmeno di come vi ritornò.

0 Condivisioni

Delirium tremens

La Top 5 dedicata ai deliri e all’astinenza di cinque bruttini e tenebrosi che si drogano, ma in modo artistico.

0 Condivisioni

C’è odore di stantio

La letteratura è invasa dai deliri senili: questi cinque diabolici vecchi, però, fanno vacillare l’idea di noia che solitamente accompagna la parola vecchiaia.

0 Condivisioni

Björn Larsson | I poeti morti non scrivono gialli

Dopo qualche bicchiere di vino bianco in compagnia dell’ editrice francese, che l’ha sfidato a scrivere un giallo, Larsson accetta la provocazione, ma decide di prendersi gioco dell’editrice e dei lettori. Il risultato è un libro che vuole essere un finto giallo, ma che lo è per davvero.

0 Condivisioni

Matti Rönkä | L’uomo con la faccia da assassino

Bisogna superare l’imbarazzo iniziale, davanti a un titolo così; quell’imbarazzo un po’ snobista che ti fa pensare “io i gialli non li leggo, specialmente quelli che mi dicono già nel titolo che c’è in ballo un assassino”. Proprio qui vi dovete fermare: “L’uomo con la faccia da assassino” in un primo momento trae in inganno, ma se ci pensate bene fa riflettere. Si parla di un uomo che ha le sembianze di un carnefice: dunque non necessariamente lo è.

0 Condivisioni