Mulan: piccole femministe crescono!

Il fiore che sboccia nelle avversità è il più raro e il più bello di tutti.

Mulan tra le principesse Disney è una delle meno conosciute, eppure la sua storia ha antiche origini letterarie e risonanze contemporanee.

La Walt Disney si è ispirata all’antica fiaba cinese Hua Mulan, orchidea di legno, che parla di un’eroina cinese arruolatasi in un esercito di soli uomini. La Ballata di Mulan è del VI secolo, e la sua versione originaria è andata purtroppo perduta.

Questo personaggio, mutuato da una storia lontana, è stato rivisitato da Disney che l'ha trasformata in un’eroina moderna: Mulan cerca la sua strada, la sua vocazione, cercando di far assomigliare il suo ritratto ai suoi sogni.

La ricerca di Mulan è la ricerca di un posto nel mondo al di là del suo essere donna.

Mulan è un’eroina femminista a tutti gli effetti, una piccola Simone de Beauvoir per bambine, che esprime la voglia di affermarsi al di là del proprio sesso e della propria fisicità.

Come in Memorie di una ragazza perbene, i moti dell’anima di Mulan non sono compresi dai genitori: fanciulle dal carattere determinato, testardo, felice, virtuoso, maturo, fanciulle che sfidano le convenzioni sociali, che osano sfidare tutto pur di realizzarsi.

Come Simone anche Mulan vuole essere un altro tipo di donna, che aspira a essere un guerriero, a essere rispettato, anziché al matrimonio. Entrambe vivono oppresse dal peso dei giorni e Mulan esprime questo suo dolore nella canzone Riflesso.

Il tratto essenziale è quella grande forza di Mulan di sfidare tutto per cercare la sua strada, perché è questo, per lei, comporta il raggiungimento della felicità.

Qualunque sia il sogno delle nostre piccole lettrici l’importante è che il loro riflesso nello specchio sia simile a quello dei loro sogni.

Marta De Cunto

Cerco rifiugio dentro di me, nel regno illimitato del sogno, nell’attimo lucente della speranza, esercitandomi ogni giorno a pensare almeno “sei cose impossibili prima di colazione”. Sono alla ricerca della porta d'accesso al regno della fantasia, che forse troverò nel mio armadio. Tea addict, studiosa di fotografia e appossionata lettrice.

1 Commento