La nostra risposta

Come sap(r)ete, da due settimane stiamo pubblicando il riassunto a puntate de Il labirinto femminile (trovate le prime due qui e qui), romanzo di Alfonso Luigi Marra salito agli onori delle cronache per gli spot di Manuela Arcuri e Lele Mora. Per farne il riassunto, abbiamo deciso di usare questo espediente: riportare stralci salienti dell'epistolario di modo da dare, se non un'idea della trama – peraltro inesistente – almeno un assaggio del tono e dello stile del libro.

Ora, essendo i lettori di Finzioni tra i più perspicaci dell'internet, abbiamo senza dubbio dato per scontato che nessuno mai potesse pensare che le citazioni fossero in realtà l'esatta sequenza dello scambio di mail e messaggi che struttura il libro. Purtroppo però qualcuno non la pensa come noi. L'avvocato Raffaele Ferrante, a libro paga dello studio legale di Alfonso Luigi Marra (altre sue opinioni sull'uso improprio del libro le potete leggere qui, qui e qui), ha scritto questo commento alla seconda puntata del nostro riassunto:

Alternando i messagi a caso, e non cioe’ nell’ordine in cui sono scritti, lei usa una tecnica mirante a falsificare il contenuto del libro allo scopo deliberato di arrecare danni che, poiche’ il libro e’ in commercio, configurano il reato di danneggiamento, e danno luogo ad una sua responsabilita’ civile, oltre che penale. Oltre pertanto a farle presente, a titolo personale, che cio’ che fa e’ spregevole, le intimo, in nome e per conto dell’editore, di cessare il suo illecito comportamento.

A parte la peculiarità dell'intimare un'azione legale nei commenti di un post e non tramite una mail privata, escludendo di fatto un dibattito o, almeno, una discussione civile della questione, l'avvocato Ferrante sembra obiettare un uso improprio delle citazioni, volto ad arrecare danni alla vendita del libro. Abbiamo dunque deciso di rispondergli pubblicamente, come lui pubblicamente ha intimato, per conto dell'editore, di cessare il nostro illecito e spregevole comportamento.

Anzitutto vogliamo citare la legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, che prevede all'articolo 70:

Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali.
 
Il riassunto, la citazione e la riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico è esattamente quello che stiamo facendo, e lo stiamo facendo per uso di critica e discussione (e di certo non per fini commerciali). Inoltre tutto questo non costituisce concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera, anzi, ne amplifica la conoscenza popolare. Molti dei commenti ai nostri articoli dimostrano la volontà, anche se per probabile dileggio, di acquistare effettivamente il libro. Inoltre, se Marra fosse stato preoccupato della cattiva pubblicità, non avrebbe certo affidato la diffusione della sua opera a Manuela Arcuri e Lele Mora i quali, senza scadere in giudizi personali, non sono certo opinion leader per quanto riguarda la cultura in Italia.
 
Ieri mattina l'avvocato ha rincarato:
 
A coloro che hanno la responsabilita’ giuridica di questo blog, ribadiamo che a noi non importa nulla delle idiozie di coloro che, trincerati dietro l’anonimato, ammazzano il tempo sporcando il video. Io ho l’incarico di reagire con azioni sistematiche in tribunale per il risarcimento dei danni contro coloro che compiono gesti genericamente illegittimi o penalmente illeciti (come quello di alterare deliberatamente un testo altrui). Il solo motivo per il quale non ho gia’ provveduto a citarvi e’ che cerchiamo prima di capire se le controparti di questi giudizi sono solvibili per evitare di perdere tempo e danaro agendo contro dei nullatenenti, cosa che renderebbe onerose queste azioni. Avv. Raffaele Ferrante
 
Noi non siamo trincerati dietro l'anonimato, firmiamo tutti i pezzi e abbiamo una mail di redazione ben visibile in home page. E non stiamo alterando nulla. In più, le minacce dell'avvocato assomigliano sinistramente a un tentativo censorio di tappare la bocca a chi, scherzosamente, cerca di far capire che il punto dei nostri riassunti non è quello di falsificare il contenuto del libro, quanto di mettere l'accento su come il libro è scritto e sulle scelte lessicali che lo contraddistinguono. Tuttavia, perché non si dica che noi di Finzioni non siamo bravi ragazzi, abbiamo modificato le precedenti puntate aggiungendo una spiegazione più chiara nell'introduzione e il numero di pagina in fondo ad ogni citazione.
 
In questo modo, nessuno potrà più pensare a un uso improprio del testo ma, semplicemente, a una sua innocua citazione, con legittimi commenti a margine. Noi siamo certi di aver fatto il primo passo verso una cordiale, e totale, riappacificazione. E con voi ci rivediamo venerdì per la terza, incredibile puntata del riassunto di Finzioni de Il labirinto femminile.
 
Jacopo Cirillo
 

Jacopo Cirillo

I libri non sono importanti

12 Commenti
  1. Sono senza parole… e credo che l'avvocato in questione non esista neanche, ma che sia un personaggio della celeberrima storia di margherita e gianfranco… o la storia di francesco e clarabella… insomma, come c**** si chiama.

  2. Yep, io sono anonimo… je est un autre, diceva quel poeta, non strategista-sentimentale e quindi sicuramente caro al pregiatissimo Avvocato.
    Voi siete giovani, ma io posso ricordare lo stupore dei lettori di Tuttolibri 15 o 20 anni fa di fronte ai paginoni di pubblicità comprati dal Pregiatissimo, per i suoi (allora nuovi) libri.Gli affezionati del compito inserto letterario scrivevano sgomenti al direttore per esprimere solidarietà; l senso delle lettere era: "sappiamo che avete bisogno di soldi e la cultura non paga, ma se ce lo dicevate che eravate caduti così in basso, due lirette le tiravamo su noi con una colletta".
    A tutti consiglio comunque la lettura del sito dell'Avvocato, con articoli fondamentali su tutti gli aspetti della cultura mondiale, a cominciare da una sua lettera a Saviano in cui si spiega come la camorra non esista.

  3. Cheppoi a me sembra che gli stiamo facendo un favore al signor alfonsoluigimarra visto che il suo libro lo conoscono tutti e non so quante persone stanno cadendo nella tentazione di comprarlo.

  4. Mi avvedo della questione solo ora grazie a un vostro tweet. Chi dire? Solidarietà, indubbiamente e senza indugio. Evidentemente avete colpito nel segno, altro che azione legale! Serve un'azione culturale (come la vostra, peraltro) per rendere conto di come stiamo mal messi in questo Paese. Pensavo di non perdere tempo dietro al libro di Marra, mi bastava lo squallore della campagna pubblicitaria, ma ora credo leggerò e diffonderò i vostri interventi. Ho l'impressione che queste forme di intimidazione e richieste danni contro chi fa un legittimo lavoro di critica siano tipiche di chi non ha argomenti solidi da contrapporre e quindi prova la "cannonata". Ma questa volta farà solo "pluff". Buon lavoro!

  5. "a cominciare da una sua lettera a Saviano in cui si spiega come la camorra non esista"… questa non la sapevo. Ok, dopo questa barzelletta mi è tornato il buonumore.

  6. Domanda: cosa ne penserebbe l’ordine degli avvocati del comportamento del pregiatissimo???
    Non credo che sia conforme alla deontologia professionale il modo di porsi del suddetto pregiatissimo avvocato…

  7. Oltre a Marra proporrei di divulgare i libri di Alfonso Signorini, Barbara D'Urso, Iva Zanicchi ed altri. La nuova intellighentia italiana è alquanto prolifica e tra poco arriverà sul mercato Fabrizio Corona autore di gialli….prepariamoci.

  8. Conosciamo l'opera scritta da Celso contro i cristiani grazie alle citazioni che in una sua opera ne fece il patrista Origene. Nel 3000 Dopo Cristo apprezzeremo le opere di Alfonso Luigi Marra grazie alle citazioni di Finzioni Magazine? Ai postumi l'ardua sentenza

  9. grazie ragazzi per i post sul libro del Pregiatissimo, lucidi disincanti.
    libro che non mi incuriosisce per nulla, davvero. Sarà la rivolta in Egitto o quella in Tunisia, sarà il #rogodilibri che avrà catalizzato la mia attenzione su altri libri, sarà quest'Italia, non so.
    purtroppo non son riuscito a leggere tutti gli articoli, non ho antiemetici in casa.
    a Voi tutti solidarietà e simpatia.
    a chi minaccia solo questo http://youtu.be/-T-yGGagQt0

  10. grazie ragazzi per i post sul libro del Pregiatissimo, lucidi disincanti.
    libro che non mi incuriosisce per nulla, davvero. Sarà la rivolta in Egitto o quella in Tunisia, sarà il #rogodilibri che avrà catalizzato la mia attenzione su altri libri, sarà quest'Italia, non so.
    purtroppo non son riuscito a leggere tutti gli articoli consigliati da jumpinshark, non ho antiemetici in casa.
    a Voi tutti solidarietà e simpatia.
    a chi minaccia solo questo http://youtu.be/-T-yGGagQt0