Germania vs Olanda

La partita di ieri pesa ancora, sul campo dell'Eurofinzionato, ma alla fine la Russia vince sulla Polonia 6 a 5, come ai vecchi tempi del patto Molotov-Ribbentropp. Ma qui non ci si ferma e sta per iniziare un match molto atteso: la Germania di Hesse e l'Olanda del calcio totale di Wieringa si scontrano per la prima volta dai tempi della seconda guerra mondiale, e ricordiamo tutti com'era andata a finire.

Beh, le danze sono aperte, tifosi di finzionici, vinca come sempre il migliore.

***

GERMANIA – Siddharta
CT: Hermann Hesse
 
Ed ecco scendere in campo la squadra più fricchettona di questo Eurofinzionato: la Germania guidata dal suo capitano Siddharta. Indiscrezioni parlano di notti movimentate nell’albergo dei tedeschi, il Buddhotel; pare che Siddharta e compagni si siano lasciati andare a divertimenti sfrenati, una nostra fonte parla di gente che faceva la spola da camera a camera fino alle cinque del mattino: donne seminude in sari indiano, bei giovanotti in mutandine color carne; pare siano girate anche parecchie droghe pesanti. La stanza di Siddharta assomigliava a un harem con cuscini a terra, donne discinte e si vocifera che il capitano avesse nella mano destra un joint di ganja e nella sinistra una bottiglia di Havana club, e pare che ripetesse spesso la frase: “Hasta la victoria, siempre”.
Comunque, veniamo alla formazione di oggi: in porta il saggio Vasudeva, forse un po’ in là con gli anni ma sempre calmo e concentrato, caratteristica fondamentale per un portiere; centrale difensivo Kamaswami potente e regale; a centrocampo l’inseparabile amico di Siddharta, Govinda; centrale d’attacco il capitano Siddharta, sempre imprevedibile. Se in giornata, non lo ferma nessuno.
In panchina c'è solo Mister S., grande allenatore, anche se pare aver calcato un po’ troppo la mano con questa squadra.
 
OLANDA – Joe Speedboat
CT: Tommy Wieringa
 
La nazionale olandese sceglie un allenatore giovane, qualcuno dice inesperto, qualcun altro ne dice un gran bene e i paragoni con illustri predecessori si sprecano. Quello che possiamo dire è che Tommy Wieringa ha le idee molto chiare su come sarà la sua squadra.
Vero uomo squadra degli Orange è senza dubbio il mitico Joe Speedboat. È lui l’anima, il vortice trascinante di questa Olanda. Al centro di mille polemiche per comportamenti ribelli e anticonformisti, ama costruire bombe rudimentali e progetta uno scavatore per correre la Parigi-Dakar, Joe è un concentrato puro di fantasia e creatività contagioso per chi gioca al suo fianco.
A dargli una mano per quello che può c’è Fransje Hermans, mezzo paralizzato con un solo braccio utile è il cantore delle imprese di Joe. Frans il Braccio si potrebbe rivelare un utile gregario.
Christof ed Engel sono i pilastri del centrocampo, utili a difendere le spalle al fuoriclasse Joe ma anche capaci di dargli man forte quando si tratta di attaccare… e quando attaccano sono dolori per tutti. In difesa primeggia totemico come il traghetto che porta in giro per le acque limacciose di Lomark Piet Honing, difensore saggio e silenzioso.
Questa Olanda sarà una sorpresa, ne siamo sicuri, squadra giovane, piena di vitalità e di immaginazione, non ci annoierà per tutti i novanta minuti.
Pronti in panchina troviamo Dick e Sam. I due fratelli di Fransje giocano scorretto, si rendono odiosi, ma sono comunque stati portati dal Ct. Wieringa. PJ è la ragazza irraggiungibile, la più bella di tutta Lomark, è la sua presenza è stata acclamata a furor di popolo.
Ci sarà da divertirsi e Joe Speedboat è già pronto per far esplodere le sue amate bombe.

La Redazione

Menino vanto altri delle pagine che hanno scritte; il nostro orgoglio sta in quelle che abbiamo letto

5 Commenti
  1. OLANDA, con i riflessi più svegli, brucia in attacco una difesa tedesca stanca dai bagordi ! GOL !

  2. Punizione dal limite per l’Olanda che viene però fermata da una parata a presa sicura del portiere Vasudeva. Un veloce rinvio verso il centrale d’attacco Siddharta mette il capitano da solo contro Piet Honing che distratto dai racconti dello stesso Siddharta circa la sua notte in albergo, si lascia sorprendere e la Germania pareggia i conti!

  3. Capitan Siddartha calibra un tiro sfruttando l’effetto ascesi e la palla insacca la rete avversaria. Gol per la Germania.

  4. Mentre il pubblico sugli spalti canta “Siddharta me l’ha detto che conta solo l’amore…”, Govinda dribbla tre avversari e lascia partire un tiro che colpisce il palo. Ma Kamaswami, piazzato al centro dell’area avversaria, calcia in semirovesciata e insacca. La Germania dimostra di non temere niente e nessuno, anti-doping a parte.