Decidere cosa sbattere in prima pagina: a volte non è facile.

Storia vera, quella di Rudolph "the gain" Gainard, editore tronfio e tristanzuolo del Collier's Weekly tra il 1950 e il 1957. È una storia che sa di presa per i fondelli per i tanti che rincorrono le notizie come canidi con la lingua di fuori, che poi – diciamocelo – il 99% dei giorni non succede una mazza e nel 2012 le notizie le prendi da twitter (cit.). Rudolph Gainard disponeva all'epoca di un pacchetto composto da 7 inviati, che lavoravano alacremente in angoli di mondo nei quali, in quegli anni, c'era un discreto livello di frullo: Stalingrado; Tor Pagnotta; Parigi; Saigon; Pechino; Las Vegas e l'Hampshire (che aveva temporaneamente perso il prefisso "New" perchè l'età media della popolazione aveva superato l'aspettativa di vita statunitense di 4 anni). Ma la sostanza era di una noia mortale. A Stalingrado erigevano le solite statue, a Parigi ascellavano le solite baguettes, a Pechino figliavano ancora senza lacci e lacciuoli (la politica del figlio unico sarebbe stata attivata anni dopo). Rudolph ci gongolava, in questa tranquillità da secondo dopoguerra, e faceva scrivere a macchinetta articoli sui nostri amici animali, sul baseball, sul caldo e sul freddo: ma ci fu un giorno in cui successe di tutto e il nostro sudò sette camicie attanagliato dal dubbio. Erano le 8 di mattina del 1 marzo 1952 quando Gainard si rovesciò sui pantaloni kaki un mokaccino: sono solo le 8, dannazione, cos'altro mi potrà capitare oggi? si chiese sconsolato. Cominciamo dai morti: a Stalingrado Stalin ci molla e viene prontamente sostituito da un sosia, ma durante la cena con alcuni leader del Patto di Varsavia i baffi del surrogato cascano nella minestra. Sgomento e minestra che si fredda: l'URSS ne esce stropicciata. Saddam ricorderà l'episodio e durante la sua lunga dittatura farà crescere baffi (veri) a tutti, pure alle donne, grazie ad alcune fiale provenienti dai magazzini della DDR. In Hampshire 47 vegliardi spirano contemporaneamente tra le 4 e le 5 di pomeriggio mentre alla radio passano un discorso di Eisenhower: lo stato recupera il prefisso New, ma è mistero. Lo stesso giorno a Las Vegas un alieno travestito da Elvis atterra sull'hotel a forma di Sfinge e perde tutto alle slot, dovrà chiedere due euro ai pendolari per tornare a casa col treno. A Tor Pagnotta si supera per la prima volta il muro del suono grazie alla lambretta truccata di Rocco Er Bomba Bombardi. A Parigi le coperte di lana merinos cominciano a belare. A Saigon un musico suona alla radio una versione primordiale di Tutti Frutti, nel paese scoppiano rivolte perchè nessuno ha visto tutti 'sti frutti. A Pechino un uomo mangia 493 cocchi in 49 minuti e causa feriti quando a tradimento comincia ad espellerli. Gainard dopo ore di indecisione sceglie per la prima pagina [illeggibile, ndr]

Firma illeggibile
 
Porca boia.
 
Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.