La pubblicità secondo il modello teorico del cavallo scavigliato

 

CarissiCaro,
sono Franco Rotalchi, meglio noto tra i pubblicitari come "quello dell'amaro", ma io mi definisco ormai "quello dell'amarezza". 
Da ragazzo ho creato, quasi per scherzo, un modello teorico di pubblicità alternativo al collaudatissimo AIDA (Attenzione, Interesse, Desiderio, Azione) che ha dominato, e ancora domina, il mondo della reclame. Il mio modello, denominato CASUCC,S (CAvallo Scavigliato Uomini Cavallo Campana, Scavigliato), poggiava su un'idea chiara: se in uno spot ci piazzi un cavallo scavigliato, un gruppo di uomini mossi da sincera amicizia ed una campana, puoi pubblicizzare qualsiasi –qualsiasi– cosa. All'epoca ero convinto della bontà delle mie idee. Perchè passare, come suggerito dall'AIDA, dall'attrazione dell'attenzione, poi suscitare l'interesse, creare il desiderio che si completa in ultimo con l'azione dell'acquisto? Non serviva, non serve! Basta un cavallo (ma deve essere scavigliato), due tre uomini e una campana. La potenza dell'idea, inutile dirlo, era evidente. Lei si chiede perchè le scrivo, e mi immagina ricco e felice. Non lo sono: come il russo del Tetris, non ho protetto legalmente il mio modello e ne ho, ingenuamente, incoraggiato la diffusione libera. Che beffa. Originariamente fu il noto amaro, che meticciò immediatamente il modello inserendo del CASUCC,S pure la E di Eliplano a soccorrere il cavallo scavigliato e a recuperare la campana. Poi arrivarono i gelati, inspiegabilmente nascosti nella campana, che il gruppo di uomini ritrovava grazie al fiuto prodigioso del cavallo scavigliato. Poi si inserirono le assicurazioni, che promettevano di rifinanziare gli uomini a cui era caduta una campana sulla caviglia del cavallo scavigliato. Poi fu la volta della serie A, che aveva nel cavallo scavigliato l'animalizzazione del calciatore infortunato, capace di un recupero prodigioso grazie all'equipe medica guidata dal Dott. Campana. Poi il Nokia 5110 e mezzo, che prometteva tasti talmente ergonomici da poter essere utilizzato non solo dagli uomini, ma pure dai cavalli scavigliati, attratti dalla suoneria con la campanella. Cito per ultimo il notissimo jeans dello stilista Roberto Cavalli Scavigliati, rigorosamente a campana e in voga tra i gruppi di uomini. Ho creato un mostro: come reagire?
 
Urlando e strepitando.
1 Commento
  1. Sono rimasta talmente colpita da questa lettera che sto pensando di formalizzare a breve una proposta di matrimonio per il signor Rotalchi. La invierò tramite piccione prioritario, con ricevuta di ritorno (suffice anche aletta già infornata e cotta, nell’eventualità).