Mi scrive la responsabile di un master in cui c’entra la posta

Gentile Dott. Bettoli,

le scrivo una lettera privata (che avrà la cortesia e l'intelligenza di non pubblicare sulla rivista) per chiederLe se è disponibile a offrire un periodo di tirocinio presso Finzioni a due studenti del master di II livello in "Comunicazione della relazione biunivoca nella corrispondenza mediale" che [il nostro ateneo] organizza dall'a.a. 2008/2009.
Come Lei ben sa, ormai da tempo ogni parola stampata o guidata dalla Internet viene attentamente e appropriatamente sartorializzata. Anche nei rotocalchi e nelle rotocalchesse i testi rispondono alla logica della imma, della imme e della immi: immaginazione, immedesimazione ed immiscibilità. Se occorre la vision che permette di immaginare e le notions che consentono di immedesimarsi, infatti, un po' di quel sano distacco che ci impedisce di mescolarci con il volgo è assolutamente precious.
Per questo offriamo agli studenti che possono investire energie e i risparmi dei genitori in un master che li avvicini al mondo del lavoro un percorso mirato che li renderà profili pienamente appetibili per tutti i contenitori editoriali in cui sia presente una rubrica di posta. Nelle rubriche di posta – lo sappiamo – non c'è niente di vero (tranne la "fame" di chi la scrive, ed i nostri studenti di "fame" ne hanno tanta).
Lei potrà disporre degli stagisti come crede: ovviamente non Le chiediamo di far loro scrivere sul serio proprio nella sua rubrica, che sappiamo essere una delle poche totalmente autentiche, ma solo di dare ai ragazzi una qualche soddisfazione (cene con scrittori ubriaconi, ipotesi di flirt con le segretarie dello studio notarile del palazzo, qualche pacca sulla spalla, qualche birrino offerto alle 18, qualche aneddoto concernente i suoi amici famosi).
L'importante è ciò che questi ragazzi racconteranno a babbo e mamma e ad altri coetanei sperduti, l'entusiasmo che trasuderanno sui facebooks e coi twitters, la gioia di scommettere sulla propria formazione in un paese che scommette solo col gratta e vinci e il win for life.
La mia segreteria La contatterà nei prossimi giorni per fissare un appuntamento in cui discutere i dettagli. 
L'occasione mi è gradita per porgerLe i saluti più cordiali,
Gaetana Ramallieri
Responsabile del master di II livello in Comunicazione della relazione biunivoca nella corrispondenza mediale
 
In effetti avrei bisogno di qualcuno che mi scrivesse le risposte.
1 Commento
  1. La risposta…

    cosa rispondere a qualcuno che mostra un tale disprezzo verso le persone, in particolare verso i giovani che stanno scommettendo sui propri studi. Gratta e vinci? win for life? se i dirigenti e “responsabili” dell’istruzione sono questi è già bello che non si stia scommettendo sulla roulette russa.