“Vorrei sognare il mondo della Pimpa, dove le ciambelle hanno gli occhi”

 

Illustrazione di Alessio Sabbadini

 

Come immaginate la vita un'illustratrice? Lunghe mattine su Flickr e notti in soffitta a disegnare? Domeniche uggiose a stampigliare le magliette delle amiche e offrire gelato fatto in casa? Una mano che scatta mille foto, l'altra che si inventa della musica con una matita? In giro per i sukh ad abbinare i colori degli ortaggi? Be', sì. Susanna vive in una casa che sembra una barca foderata di libri, sogna il mare della sua Trieste, prende più aerei che autobus, comunica quasi soltanto per immagini (e vi sfido a interpretare il suo linguaggio onirico), e guarda tutto dai suoi occhiali – letteralmente – rosa. Ah, ha realizzato le copertine di alcuni dei grandi bestseller italiani (quali, non si può dire).

 

 

Nome: Susanna Tosatti

Età: 30

Lavoro: Grafica editoriale

Sito: susannatosatti.tumblr.com

 

 

Come sei finito/a a fare quello che fai?

Destino beffardo, partita Iva & precarietà di lusso. Cosicché incopertino libri da quasi 6 anni.

 

Fare questo mestiere è «sempre meglio che lavorare»?

Io voglio lavorare, sono braccia orfane di agricoltura.

 

Vuoi più bene a Proust o a Joyce?

Uguale perché tutti e due lodano la mia città, Trieste.

 

L'ultimo libro che hai letto?

Un racconto, Il sogno di Cristoph di Manuela Piemonte.

 

E invece da adolescente cosa leggevi?

I Topolini con i miei fratelli.

 

Cocktail preferito?

Spritz triestino, meglio noto come acqua e vino.

 

Vorresti aver scritto tu Cinquanta sfumature di grigio?

Vorrei aver porcellato le copertine.

 

Jonathan Franzen vuole diventare tuo amico: gli offri un aperitivo?

Se riesce a berlo più veloce di me.

 

Hai un lettore ebook?

Ho il Kindle sorpresa: ogni volta che lo apro c'è una nuova pubblicità.

 

Sai distinguere il Simoncini dall'Helvetica?

So distinguere gli arancini dalla cotica.

 

Il futuro dell'editoria è il digitale, il social o le ciambelle fritte?

I grugniti. Oltre a quelli carta, forbice e sasso, digitale e sogni pilotati. Vorrei sognare il mondo della Pimpa, dove le ciambelle hanno gli occhi.

 

Dove compri i tuoi libri?

Ovunque li compri, dimentico spesso di fatturarli : (

 

Le serie tv sono meglio dei romanzi o ci vanno molto vicino?

Sono talpa, i romanzi li vedo meglio.

 

Ultimo viaggio fatto?

Giappone bellissimo con Farnetti, Cecia e Chotto.

 

Quante lingue e dialetti parli?

Meno della mia nipotina!

 

Il libro del futuro è senza pagine e si naviga con lo sguardo?

Si pastrocchia in compagnia. Siamo tutti sempre più miopi, perciò spero che ci sia da toccare.

 

Chi vorresti essere nella tua prossima vita?

Hopey Glass, dopo una vita da Maggie Chascarrillo.

 

Cosa fai oltre a lavorare nell'editoria?

Zoppico sulla via del fumetto, suono con MATITA e guardo la Telenovela Piemontese con Alessio Sabbadini

 

Grazie!

Prego, Chotto!

 

 

 

Francesca Mastruzzo

Non vive a Milano, non lavora nell’editoria, non sposerebbe il Signor Bonaventura, i suoi eroi non sono Anton Cechov e Sailor Moon, non ha un Tumblr.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.