Scrittori in ascolto

La Musica è il mio Radar è una raccolta di racconti pubblicata da Mursia, in cui una serie di scrittori analizza la propria passione musicale, chi attraverso un racconto, chi grazie a un breve saggio.

Non tutti gli scritti sono memorabili, ma la cosa interessante di questo libro è la passione tangibile di ognuno dei partecipanti al progetto curato da Massimiliano Nuzzolo e legato ad AMREF: sarà parlare da vecchi, ma qui si ritrova un po' dello spirito che guidava l'ascoltatore fino a qualche tempo fa: il senso della scoperta, lo stupore e soprattutto l'approfondimento, quello che maggiormente manca oggi.

Sia chiaro, la volontà non è quella di fare una paternale sui teenager di oggi che ascoltano un pezzo e via, anche perché forma e sede non sono quelle giuste, ma leggere dell'amore di Tommaso Pincio per Kurt Cobain (e chi ha letto il bellissimo Un amore dell'altro mondo non si stupirà), del rapporto di Gianluca Morozzi con i Diaframma o la scoperta da parte di Giulio Mozzi di Stockhausen ha un sapore particolare, oggi raro.

Menzione d'onore per il racconto di Marco Rossari aka Lansdale in MDMA: i già citati teenager di oggi – di solito commentando un ipotetico video dello youtuber preferito – esclamerebbero: "Epico!".

Ah, la colonna sonora della lettura: tutto quello che viene citato nel libro (o quasi…), soprattutto i Nirvana che mettono d'accordo un po' tutti.

Stefano Fanti

Stefano Fanti è fuggito da Milano e ora vive nella bucolica provincia alessandrina. Scribacchino per varie testate online e non, si occupa principalmente di musica e letteratura. Soffre di una grave dipendenza da serie tv che lo porta a confondere Randy Hickey con Randy Marsh. Ama, tra le altre cose, fantascienza, horror e la psichedelia in ogni sua veste.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.