Insegne letterarie

fotocredit: xmau.5owebs.com 

Sarà certamente capitato a tutti di passare davanti a negozi che avevano scritto sull’insegna nomi improbabili: Bar Bagianni, Bar bapapà, Scuola guida Ciechi, Bim bum bar ecc…

Ovviamente è capitato anche a me, e a un certo punto mi sono trovato a pensare a come potrebbero essere delle insegne letterarie. Negozi che si chiamano con il nome di grandi opere che, per assonanza o per contenuti, richiamano l’attività che si svolge al loro interno.

E così ora vi presento la mia personale Top 5 delle possibili insegne letterarie. Una classifica soggettiva, parziale e sicuramente discutibile. Fatta apposta per spingervi a postare le vostre proposte, e per farvi giocare insieme a noi.

Quindi, rullo di tamburi e andiamo a cominciare.

Al 5° posto, un classico romantico, Orgoglio e pregiudizio: agenzia matrimoniale. Professionalmente molto competente, accetta i clienti più difficili, quelli per cui sembra impossibile poter trovare il giusto compagno.

In 4° posizione le favole de Le Mille e una notte: negozio di materassi. Offre una garanzia sul prodotto di due anni, nove mesi e 28 giorni.

Sul 3° gradino del podio troviamo Il buio oltre la siepe: negozio d’illuminazione d’esterni. Per dare luce al vostro giardino.

Al 2° posto Tenera è la notte: macelleria. Aperta solo in orari notturni.

E il vincitore è Peter Pan: panetteria. Specializzata in pane azzimo, il pane che non cresce mai.

Fatevi sotto!

Davide Piccirillo

Nel tempo libero somiglio ai miei gatti: amo dormire, stare sdraiato sul divano, alzarmi, stirarmi, guardarmi in giro e poi tornare a stendermi. Rispetto a loro ho la possibilità di leggere (libri, fumetti) e vedere film o serie Tv. La sfrutto abbastanza.

2 Commenti
  1. La mia preferita rimane “Alimentari Watson. Dove trovi prodotti migliori?”