Maschi alfa

Il maschio alfa è il maschio dominante, in un branco ha il compito di proteggere e inseminare le femmine, per il resto è servito e riverito da tutti, non caccia e se ne sta per i fatti suoi tranne quando ha voglia di compagnia.

Quando si dà la definizione di maschio alfa a un uomo le cose cambiano poco, innanzitutto deve essere forte fisicamente e caratterialmente, deve avere carisma, ambire alla leadership e avere una cultura medio alta; normalmente è un tipo pratico che non si perde in smancerie e mira dritto al sodo, non è abituato a chiedere le cose ma ad averle e basta. Insomma, vi ricordate quella vecchia pubblicità dell'uomo che non deve chiedere mai? Ecco, è lui, preferibilmente con un profumo migliore e meno peli.

In un'epoca come questa in cui prolifera la letteratura erotica i maschi alfa non mancano di certo, quindi, dovendo assegnare un primo posto va senza dubbio assegnato a:

1. Christian Grey: protagonista di 50 sfumature di grigio (e di rosso e di nero), Grey è diventato il sogno proibito delle lettrici di mezzo mondo. Grey è prepotente, intelligente, sarcastico, sicuro di sé, maniaco del controllo, sicuramente il maschio alfa più moderno della… dovrei dire letteratura? Scusate non ce la faccio, passo.

2. Rhett Butler: in Sicilia c'è un'espressione troppo simpatica per definire quelli come lui, ossia uno che "fa mangiare le ossa col sale", come a dire che ti fa rosicchiare i gomiti, perché, se ci pensiamo, è proprio questo che fa Rhett con la capricciosa Rossella di Via col vento, malgrado non penda dalle sue labbra, malgrado i suoi modi burberi, Rossella non può fare a meno di lui. Io lo adoro.

3. Heathcliff: creato da Emily Bronte e protagonista di Cime tempestose, la sua missione sembra essere quella di distruggere la vita degli altri, un maschio alfa piuttosto cattivo, un antieroe che ammalia riuscendo a manipolare gli altri.

4. L'innominato: diciamocelo, la storia dei Promessi sposi si fa interessante solo quando compaiono lui e la famosa monaca. Se decide che una donna dev'essere sua non c'è santo che tenga. È potente, orgoglioso e indomabile, certo poi Manzoni vorrebbe far redimere anche lui, ma sono sempre stata convinta che se fosse dipeso dalla sua volontà si sarebbe preso Lucia e buonanotte al secchio!

5. Ulisse: che dire di lui, sparisce per anni conquistando donne e combattendo a destra e a manca contro mortali, dei e semidei, per ritornare a Itaca ci mette un sacco di tempo e, malgrado tutto, una volta a casa troverà la mogliettina a aspettarlo. È il re della manipolazione e dell'ingegno, tutti coloro che incontrerà durante il suo viaggio non si dimenticheranno mai del suo passaggio, chiedetelo a Circe…

Che siano maschi alfa o beta questi qui ci piacerebbero lo stesso, perché, in fondo, tutti preferiscono l'uomo di polso all'inetto; a proposito, questa degli inetti potrebbe essere la prossima Top5.

 

Laura Caponetti

intervisto personaggi che non esistono, guardo serie tv in tutte le lingue pur conoscendone solo due, sana di mente? forse!

4 Commenti
  1. Ma scusate…Fitzwilliam Darcy???..e il più prosaico, per quanto meritevole di menzione Luke Brandon di I love shopping???