Top 5 Game of thrones: il super cast dei sogni di una lettrice

Non so voi, ma per quanto mi riguarda difficilmente riesco ad andare avanti a leggere il libro, se cedo e ne vedo prima la versione cinematografica. Il motivo sta nei personaggi: adoro figurarmeli nella mente, adoro dare pennellate sempre più precise alle loro sembianze man mano procedo con la lettura.  

Il fenomeno Game of thrones scoppiò che ero a metà della saga. Cercai di resistere, davvero tanto, ma alla fine, col segnalibro piantato in chissà quale dei reami di Westeros, ho acceso il computer e la bava ha cominciato a colare. Poi per fortuna gli episodi bruciano in fretta e la lettura può riprendere. 

Come ogni brava, pedante, lettrice ho avuto da ridire sulle scelte del cast, e questo solo per cominciare. Magari un giorno vi parlerò della storyline. Dunque mi sono permessa di immaginare un fantacast basato esclusivamente sulle mie impressioni narrative. C’è di più, ho sparato alto: il mio budget è quello di un kolossal.

Premessa: mi sono presa le stesse libertà dei produttori dello show, in pratica ho fatto assolutamente il cavolo che ho voluto. Avete presente Daario Naharis? Ecco, appunto.

5) Micheal Fassbender è Stannis Baratheon. Perché? Perché Stannis è quadrato sì (e a mascella comunque ci siamo), ma sa lasciarsi andare. Solo quando se la fa con Melisandre, ancella del fuoco? Sì, ma volete mettere che gran danze sulle cartine da guerra? E poi Fassy occhi ghiaccio e animo caliente da ariete non può mancare nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, sono sue di diritto, un po' come l'iron throne per Stannis.

4) Scarlett Johansson è Brienne di Tarth. Bassa e bella, direte non ci siamo. Due particolari, però: Brienne è bellissima dentro, bellissima. Emerge tanto dai libri. Scarlett potrà essere la musa di chi vuoi, ma io vedo e vedrò sempre in lei la durezza della badante russa. Con ogni rispetto, è uno stereotipo vuoto di ogni personalismo. La percepisco dura, durissima, come tali terre. E molto, molto spartana. Dei giochi di camera potrebbero allungarne la statura, no? E il suo naso molto particolare è bello perché una squadra di persone abili e potenti ha deciso così, ma se cominciamo a struccarlo, abbinarlo a un dente spezzato e quattro persi per strada, al capello unto – benissimo il taglio attuale, tra l’altro – secondo me se la gioca bene.

3) Jack White è Roose Bolton. Ma che cosa è l’uomo affascinante che si vede nella serie? Roose è un mostro, perdio. È uno che come motto dice che un uomo scuoiato non ha segreti, perdio. Forse vogliono fare risaltare la spietatezza del figlio Ramsay, che ha superato addirittura il maestro? Questo superamento, nel leggere, io non l’ho percepito, dunque come scuoiatore originale opterei il musicista, che strizza occhiolini al cinema e che prima amavo e ora non amo più, ha persino l’hobby della tassidermia, pensa te. Ma non è per questo che l’ho scelto, l’ho selezionato per l’idea che mi sono fatta di lui come persona: un pazzo ossessivo manipolatore, autoritario a sfiorare la tirannia, ma una volta che sei nelle sue reti ti sembra persino il buon padre moralizzatore. No, dai, è perfetto. 

2) Emma Stone è Ygritte. Non serve nemmeno il trucco, basta che si cotoni il capello rosso e venga al provino esattamente come si è alzata dal letto. Il dente spettinato forse non c’è, ma parla come se l’avesse, in più l’abbiamo vista in tonnellate di ruoli da maschiaccio, tanto che io quando fa la ragazza a posto non riesco a crederle. Può anche non dircela quella battuta là, dai, è arruolata a prescindere. 

1) Leonardo DiCaprio è Joffrey Baratheon. Ve lo dicevo che mi sono presa una grossa licenza poetica. Togliete a DiCaprio quel look da lordazzo (non mi viene altro termine, è ripugnante) col capello leccato e la barba lunga a punta, doccia e barbiere. Ha quarant’anni, ma ne dimostrerà sempre di meno perché dentro è un bambino che si arrabbia e pesta i piedi perché nessuno lo calcola. Per me può interpretare anche il presidente del mondo, ma nel caso il presidente del mondo sarà un bambino arrabbiato, che sbattei piedi e fa i capricci perché nessuno lo capisce. Per l’età, vorrei ricordarvi che Daenerys è rimasta incinta di Drogo a 14 anni appena compiuti e che la sua interprete Missandei ha otto anni. Che sarà mai un quarantenne.

Qui ho solo cinque punti a disposizione e meno male, perché al turno di ser Jaime Lannister – il più bel personaggio in assoluto – proprio non avrei saputo chi scegliere!

E voi?

Michela Capra

Quasi sicuramente sta scrivendo dal suo ufficio-poltrona, con qualche gatto addosso. Si ritrova, suo malgrado, fuori dal mondo almeno tre volte al dì.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.