Tutti a scuola!

Settembre, si sa, fa rima un po' per tutti con scuola, sia che siate studenti, genitori, prof. o semplicemente persone bloccate nel traffico. Ecco quindi una top 5 dedicata a quei luoghi sublimi che sono le scuole nei libri: qual è la vostra preferita?

  • Pencey Prep (Il giovane Holden): esclusivo istituto privato della Pennsylvania fortemente disprezzato da Holden, che infatti viene puntualmente espulso. Disciplina militareggiante e adolescenti figli di papà che giocano a polo, come dargli torto?
  • Scuola di Guerra (Il gioco di Ender): ok, il nome non è dei più incoraggianti, anzi, in effetti trattasi proprio di istituto di addestramento militare, però, insomma, si trova nello spazio! E la materia principale consiste nel combattere con armi laser in un ambiente a gravità zero! Ci siamo capiti. 
  • Enfield Tennis Academy (Infinite Jest): unica scuola al mondo in cui gli studenti possono dilettarsi giocando a Eschaton; aggiungiamo attrezzature tennistiche all'avanguardia, un'aula multimediale davvero invidiabile e un'agevole accessibilità a certe sostanze ricostituenti e il gioco è fatto. 
  • Crunchem Hall Primary School (Matilde): scuola davvero poco accogliente, tra luoghi come lo "strozzatoio" e direttrici come la Spezzindue; in casi come questo l'importante è fare di necessità virtù e prendersi qualche bella rivincita, magari con l'aiuto della signorina Dolcemiele e di qualche superpotere.
  • Hogwarts (Harry Potter): la scuola che tutti, tutti avremmo voluto frequentare, nonostante un basilisco che si diverte a pietrificare le persone e qualche altro incidente now and then. Ah, quanti dieci e lode in trasfigurazione e difesa contro le Arti Oscure perduti come lacrime nella pioggia. Altro che geometria. 

Vi viene in mente qualche altra scuola da aggiungere alla lista?

Alessandra Ribolini

Traduttrice e teacher, ma soprattutto wannabe finta bionda senza averne l'aria

5 Commenti
  1. Il collegio per signorine di Miss Minchin ne “La piccola principessa”; quando mia madre mi diceva «Ti mando in collegio!» avevo paura si riferisse a quello!

  2. Eh, è stata dura non metterlo, Silvia, credimi. (Anche mia mamma minacciava sempre di mandarmi in collegio!)

  3. Io temevo il Pierpaolo Pierpaoli di Gian Burrasca (e anche il cugino del mio babbo che si chiamava proprio Pierpaolo, che paura!)..bella questa top 5 scolastica, comunque!