Paolo Bacilieri | Fun

“Bombardiamoli con sfarfallio proustiano seguito da del Gadda pesante e raffiche di Cortázar!”

C’è forse qualche italiano, magari appassionato di lettere, parole o anche solo logica ed enigmi che non ami i cruciverba? Che non abbia passato estati in spiaggia o vacanze di Natale con i nonni in compagnia della Settimana Enigmistica? Il mio per esempio era precissimo, tutti gli schemi, i rebus, i quesiti della Susi, li faceva con la matita e la gomma per cancellare – che poi non usava quasi mai – e quando aveva terminato tutto iniziava il conto alla rovescia al giovedì successivo.

fun_coverFun di Paolo Bacilieri che è un graphic novel che parla proprio di cruciverba, raccontando la loro storia dalle origini ad oggi, non può certo lasciarci indifferenti. L'idea di questa pubblicazione nasce proprio con il supporto di un figlio d'arte e uno dei massimi cultori in materia: Bacilleri infatti decide di disegnare Fun su consiglio di Stefano Bartezzaghi, indiscusso maestro dei giochi di parole e autore de L’orizzonte verticale (Einaudi, 2007) da cui questo graphic novel prende spunto. I punti in comune tra i due generi sono molti: i fumetti così come i cruciverba da sempre sono stati relegati ai ranghi bassi, non hanno mai acquisito lo status di serietà che caratterizza altri generi, ma vengono associati alle bambinate e alle cose scherzose. Forse adesso che le vendite, di uno come dell'altro, crisi o meno, continuano a fare buoni numeri, verranno un po' meno ignorati e il loro status elevato?  

F-U-N è la prima parola che la bellezza di 101 anni fa compare nel New York World nel primo cruciverba della storia, grazie a Arthur Wynne. A partire da qui la storia dei cruciverba è narrata con salti temporali e spaziali, tra New York, Milano, Parigi e Londra, tutte città magistralmente rappresentate. Le vicende del protagonista Zeno Porno, storico alterego dell'autore, si alternano ad una serie di breve storie a colori già precedentemente pubblicate sul Corriere della Sera, creando una storia ben strutturata. 
L'unica pecca? Q
uesta è solo la prima parte e vogliamo leggere al più presto come va avanti! 

2pp

Coconino Press – Fandango, 144 pagine, bianco/nero e colori, 18 euro

Elena Biagi

Elena Biagi dopo aver cambiato quattro volte colore di capelli, undici case e cinque città, adesso è biondiccia e vive a Milano, dove lavora in una casa editrice.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.