Versus: iPad, Kindle o Kobo?

Ricordate i tempi in cui per leggere un ebook bisognava accendere il computer? Oggi – per fortuna – quei giorni sembrano lontani. L'ebook non è più un fenomeno di nicchia limitato a geek e addetti ai lavori, e se fino a un paio di anni fa si contavano sulle dita di una mano gli editori che pubblicavano ebook, oggi sono pochi quelli che non lo fanno.

Abbiamo chiesto in redazione quale lettore preferiscono. E il vostro, qual è?

* * *

iPad

ibooks_heroL'iPad è sicuramente un e-reader "tutto fare", che assicura prestazioni ad altissima qualità. Il suo display retina offre un'esperienza di lettura tra le più definite, e non solo. L'ebook, infatti, sta evolvendosi in enhanced ebook, diventando un progetto sempre più interattivo e multimediale. Non solo testo, ma anche fotografie, immagini, mappe, video, note, segnalibri. L'iPad assicura al lettore una fruizione in HD, online e mobile, aprendo molte vie alle neosperimentazioni digitali in ambito letterario. Molti progetti editoriali e letterari, partecipativi e condivisi, si traducono sempre più spesso in app, perché quest'ultime assicurano modelli di digital publishing più performanti e compatibili con i nuovi iDevice Apple. Nessuno è perfetto, però! Anche l'iPad, rispetto agli altri e-reader, qualche neo ce l'ha: il costo e il peso! Ma grazie al neo-arrivato iPad Mini, anche questi "contro" sembrano essersi risolti! Quindi, iPad forever!

Kindle

Kindle Paperwhite FrontScegliere il Kindle significa scegliere il lettore che ha dato il via alla rivoluzione digitale dettando fin da subito la strada da seguire. Nessun e-reader ha uno schermo così bianco, e l'ultima versione dispone di una luce integrata che vi permetterà di leggere al buio. Non legge gli ePub, è vero, ma potete scegliere tra i più di 1.800.000 titoli venduti da Amazon. La memoria può contenere più di mille libri, ovvero un libro a settimana per i prossimi vent'anni. Con pochi click potete inviare al vostro Kindle file Mobi, PDF e file Word, e il bello è che, se volete, Amazon li memorizzerà per voi sui suoi server perché non li perdiate mai. La batteria dura due mesi, tanto che vi dimenticherete che si tratta di un dispositivo elettronico. Dentro avrete i migliori dizionari per ogni lingua europea, e se vorrete sfruttarlo fino in fondo, servizi come Instapaper e Readability potranno inviarvi le pagine web che volete leggere. Vi bastano 79€ per il modello base, 129€ per l'ultima versione e, con una sessantina di euro in più, potete avere la connessione internet gratuita in più di ottanta paesi.

Kobo

Kobo Glo - German - front Home Screen - Hi ResHa le dimensioni di un libro ma pesa molto meno, e di libri ne può contenere almeno mille: 1 GB dedicato ed espandibile fino a 32 GB con Micro SD. Il display di 6" con eInk Pearl XGA in 16 toni di grigio sembra davvero una pagina di carta: altrettanto chiaro da leggere, con il vantaggio di poter scegliere font e dimensioni del carattere. Supporta file PDF ed EPUB standard e permette l'acquisto di eBook da qualsiasi store (e comunque lo store KoboBooks è uno dei più forniti). Inoltre, Kobo non limita sull'utilizzo di qualsiasi altro dispositivo, una volta acquistato un eBook dallo store Kobo. Se poi volete leggere anche al buio ovunque siate, la versione Glo prevede la Comfort Light (illuminazione tramite LED) e ha un processore di 1GHz che migliora certamente il refresh della versione Touch precedente (un po' lenta). Lo schermo è ovviamente touch, la Wi Fi è 802.11 b/g/n e Micro SD, la batteria ha durata di 55 ore a luce accesa (oltre 1 mese a luce spenta). La versione Mini costa 79€, la Touch 99€, la Glo 129€. Kobo è per chi vuole scegliere liberamente cosa leggere e, quando legge, lo fa seriamente: nessuna distrazione oltre all'immaginazione.

* * *

E per voi, qual è il miglior lettore digitale in circolazione?

La Redazione

Menino vanto altri delle pagine che hanno scritte; il nostro orgoglio sta in quelle che abbiamo letto

10 Commenti
  1. Gli e-book li leggo su Kindle; per la leggerezza, per la durata della batteria, per lo store di Amazon, forse per abitudine 🙂
    Su iPad faccio tutto il resto, navigo e leggo soprattutto gli articoli che durante il giorno ho intravisto online e che la sera vado a recuperare. Le mie serate di lettura comunque sono multi-supporto, “apparecchio” con Kindle, iPad, giornali e libri cartacei… manca qualcosa all’appello?

  2. Sicuramente non il Kindle, non fino a che Amazon non cambierà la sua politica esclusiva. Però fra i tre io punto sul quarto, il Cybook di Bookeen. Il vecchio Opus ha fatto il suo onorevole lavoro, quando mi arriverà il nuovo eReader magari ne parlerò!

  3. Io sul’ipad non riuscirei a leggere. Continuerei a giocare a ruzzle.
    Cmq ho un sony reader, carino, mi trovo bene. Però devo ancora farci l’abitudine.
    Una cosa che mi scoccia è che in teoria dalle mie parti (Brescia) con MLOL si possono prendere a prestito anche gli e-book…solo che ovviamente è fatto solo per chi ha l’ipad [o era un altro e reader, cmq avevano l’esclusiva]. Il file su tutti gli altri device, come il mio, non riescono a leggere. Bello il libero mercato.

  4. Leggere su i-pad è un suicidio oculisticamente parlando.
    La retroilluminazione danneggia la vista (su lungo periodo) e stanca gli occhi (nel giro di poco tempo).
    Non lo metterei neanche sulla lista dei device papabili alla lettura ebook.

  5. Io sono quello che vota Kindle, ma il fatto che l’iPad sia un suicidio oculistico lo trovo un po’ esagerato. Ero anche io di questo avviso fino a quando non l’ho provato coi miei occhi. Il problema è che molti fanno il paragone con la lettura da PC senza considerare le altre variabili.

  6. Anche se al momento continua a prevalere il cartaceo, direi Kindle PaperWhite, anche perché, e concordo con Silvia, su iPad ci sarebbero troppe distrazioni. Ho avuto occasione di provare per lavoro i primi iPad e il fatto che non avessero lo schermo antiriflesso me li ha fatti detestare, come se avessi bisogno di altre ragioni per farlo.

  7. Per me leggere su iPad è davvero difficile, sono costantemente distratto dalle altre 1000 cose che si possono fare. Utilizzo da un anno e qualcosa il Kindle e mi trovo bene (soprattutto per la libreria vastissima) anche se la politica di Amazon mi inizia a stare parecchio stretta e infatti sto maturando la scelta di provare prima o poi il Kobo (e il fatto di aver scoperto ora la possibilità di espandere la memoria interna fino a 32 giga mi fomenta ancora di più) .

  8. Io ho il Kobo e mi trovo davvero benissimo! Trovo che lo sfondo grigino, tra l’altro, eviti l’affaticamento degli occhi. Non potrei mai usare un tablet per leggere a lungo perché il riflesso e la retroilluminazione mi danno fastidio.
    Per capirci, io sono una che “macina” un libro dietro l’altro e sarei capace di passare anche una giornata intera sprofondata nella lettura, per cui il supporto prescelto è fondamentale: non deve affaticare la vista!

  9. iPad perché é piú completo, ma dipende dalle esigenze. Se viene usato solo ed esclusivamente per leggere credo sia meglio (e molto piú economico) il Kindle Hd o il Paperwhite. Senz´altro la lettura si sta spostando molto su questi dispositivi.