Ye Olde Cheshire Cheese: il posto giusto per una birra con Cormoran Strike

Foto in evidenza: l'ingresso di Ye Olde Cheshire Cheese, da TourLondres

Foto in corpo all'articolo: La lanterna che segna l'ingresso al pub, su Fleet Street. St Paul's sullo sfondo. Da The City Owl.

Cormoran Strike è un investigatore privato londinese un po' burbero e dal passato tormentato. I fan di Harry Potter probabilmente lo conoscono, perché i due personaggi hanno la stessa mamma, J. K. Rowling, ed è impossibile resistere al richiamo di JKR anche se le storie di Cormoran non parlano di magia e sono state pubblicate dall'autrice sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith.

Nei gialli che vedono protagonista Strike, ho trovato una narrazione incalzante, la solita capacità della Rowling di inserire colpi di scena, e tantissima Londra. C'è la pittoresca Denmark Street, coi suoi negozi di strumenti musicali: è qui che si trova l'ufficio di Strike. C'è l'elegante zona di Mayfair, teatro del mistero narrato ne Il Richiamo del Cuculo. Ma in particolare, ne Il Baco da Seta, Cormoran Strike si reca in un pub storico, Ye Old Cheshire Cheese, per incontrare una persona che potrebbe rivelarsi determinante per la risoluzione del caso su cui sta lavorando, la giovane Nina.

Galbraith / Rowling accompagna Cormoran lungo la strada verso il pub, il lettore ha l'illusione di seguire ogni singolo passo di questa passeggiata, in una gelida serata di Novembre. Cormoran entra su Fleet Street da ovest e sorpassa la Old Bell Tavern, il dragone di Temple Bar, che segna l'ingresso alla City, e la Royal Courts of Justice. Dritto avanti a lui, in fondo a Fleet Street, St Paul's si staglia contro il cielo, luminosa come la luna (più o meno così). Questa passeggiata finirà per rendere il protagonista malinconico. A consolarlo ci saranno però gli occhioni di Nina e una pinta di Sam Smith.

Ye Olde Chesire Cheese viene descritto minuziosamente, con i pannelli in legno all'entrata, il cartello «Gentlemen only in this bar» e gli spazi minuscoli, tant'è che Cormoran finirà per dare una testata contro il soffitto percorrendo le scalette tortuose che portano al bagno. Nel locale risuonano mille voci dall'accento londinese. Infatti, come Nina sottolinea:  

It's still a real pub. it's only people who never come here who think it's full of tourists. And Dickens came here, and Johnson and Yeats… I love it.

Ye-Olde-Cheshire-Cheese-Fleet-Street-St-Pauls

Da dove nasce il mito di questo pub? Innanzitutto si tratta di uno dei pub più antichi di Londra, dal momento che sappaimo con certezza che all'indirizzo 145 Fleet Street, su Wine Court, dal 1538 si trova un pub.

Inoltre, Ye Olde Cheshire Cheese è stato uno dei pub ricostruiti subito dopo il Great Fire del 1666, incendio iniziato nella casa del fornaio di Re Carlo II, che propagandosi distrusse gran parte della City.

Nel 1962, il pub ha donato al Museum of London una serie di piastrelle con disegni a tema sessuale, che si trovavano originariamente in una stanza al piano superiore. Le piastrelle rappresenterebbero la prova inconfutabile che il pub sia stato anche un bordello, probabilmente a metà del diciottesimo secolo.

Lo charme di questo pub deriva proprio dai secoli di storia che ha alle spalle, dall'effetto di luce chiaro/scuro all'interno del locale, che resta sempre poco illuminato, e dall'ingresso sulla corte, semi-nascosto per chi si trova su Fleet Street. Si dice che numerosi scrittori e letterati fossero clienti abituali di questo pub: tra essi appunto Johnson, Dickens e Yeats, ma anche Conan Doyle, Twain, Tennyson.

La prossima volta che vi trovate nella capitale inglese e in particolare su Fleet Street, fate caso a tutte le bellezze che questa via ha da riservare. Un tempo sede delle principali stamperie e testate giornalistiche, ora Fleet Street ospita diverse banche finanziarie. Qui i palazzi storici e i piccoli luoghi intrisi di riferimenti culturali abbondano: Ye Olde Cheshire Cheese è solo un esempio. 

Elena Chiara Mitrani

Colleziono macchine da scrivere. Amo Parigi, i libri e il calcio. Scrivo di libri, viaggi ed esseri umani.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.