Coming Boom – Settembre

Coming Boom è una rubrica mensile. Raccoglie una selezione di graphic novel e fumetti del mese che sta per iniziare.

Jérémie Moreau, La saga di Grimr, Tunuè.
Ragazzini coraggiosi/1 1783: l’Islanda è sotto il giogo della Danimarca che opprime gli abitanti e ne sfrutta le poche risorse naturali. Grimr è un ragazzino orfano a causa di un’eruzione vulcanica che ne ha sterminato la famiglia. A una situazione che già così risulta essere difficile si deve aggiungere che nell’Islanda del XVIII secolo il valore delle persone è stabilito dal loro lignaggio, dalla loro appartenenza genealogica. Grimr viene cresciuto da un gaglioffo e dimostrerà quello che vale, senza perdersi mai d’animo. Vincitrice del prestigioso Fauve D’Or, questa saga incanta con disegni colorati a mano direttamente sull’originale, testi ridotti all’essenziale e Gipi che aleggia su ogni pagina.

Cristina Portolano, Io sono Mare, Canicola.
Quarto libro della collana Dino Buzzati dedicata alla letteratura a fumetti per l’infanzia, ma non solo, Io sono Mare esce anche grazie al crowdfunding organizzato da Canicola. La storia di Mare è la seconda uscita, dopo Ragazze cattive, di Dalle parte delle bambine, progetto dedicato da Canicola all’inclusività e allo scardinamento degli stereotipi sociali. Cristina Portolano ha scritto e disegnato la storia di Mare, bambina che decide di accompagnare Frankie, un pesce pagliaccio, a raggiungere la sua famiglia. Il viaggio, come spesso accade, sarà una rivelazione dietro l’altra, con la scoperta del corpo, della propria identità, del sé. 

Joe Kelly & JM Ken Niimura, I kill giants – Titan edition, Bao Publishing. Traduzione di Caterina Marietti e Andrea Petronio.
Ragazzini coraggiosi/2 Barbara è una ragazzina solitaria senza genitori che vive con i fratelli, ama i giochi di ruolo e dorme in cantina perché il primo piano di casa sua è infestato da presenze maligne. Barbara vede cose che noi non vediamo e costruisce trappole per uccidere i giganti; per questo è anche la custode del martello Koveleski, unica arma in grado di contrastare i mostri. Racconto di formazione sul dolente passaggio all’adolescenza, I kill giants è una storia in equilibrio tra due mondi, con una ragazzina come custode. Netflix, forte del successo di Stranger Things, ne ha tratto un film prima di vedere il quale però, è consigliato leggere il fumetto.

Hurricane, I sopravvissuti, Eris Edizioni.
Linus ha imboccato un nuovo corso con Igort alla direzione e alcune strisce non ci sono più. Tra queste quelle di Hurricane, al secolo Ivan Manuppelli, storico collaboratore anche de Il male e Frigidaire, che sono riunite, insieme a inediti e contenuti speciali, in I sopravvissuti.  Il libro con la copertina che pare uscita dalla matita di uno Jacovitti inacidito, con tanto di salame d’ordinanza, contiene le storie di Omino e Tacchino, due amici che sopravvivono in stretta economia e di Varnelli che si scava, letteralmente, la fossa da solo pur di sfuggire a famiglia e creditori. Un’umanità variegata e cinica che strappa numerose risate amare.

Marco Nizzoli & Giovanna Furio, La strada della vita, Oblomov.
Ragazzini coraggiosi/3 I tedeschi assediano Leningrado e Olen’ka, aspirante violinista di otto anni, perde entrambi i genitori, rimanendo sola. La bambina riesce a far ritorno a casa, gelida e semidistrutta, e a sopravvivere nonostante tutto grazie alla musica. Un racconto che partendo da un fatto storico prende la strada della narrazione surreale, con elementi della natura che assumono sembianze animalesche e concorrono alla sopravvivenza della piccola Olen’ka in quella che è una storia commovente e immaginifica.

Attilio Micheluzzi, Pizarro in Perù, NPE.
Disegnato su commissione per un progetto celebrativo in occasione dei cinquecento anni della scoperta delle Americhe, Pizarro in Perù è un albo a colori di Attilio Micheluzzi, fino a ora inedito in Italia. Il terzo titolo della collana dedicata alle opere del fumettista di origini istriane da parte di NPE racconta della carneficina di trentamila Inca da parte di duecentocinquanta spagnoli capitanati da Francisco Pizarro, condottiero spagnolo. I disegni sono eleganti e nitidi come ogni opera dell’autore, qui con l’aggiunta del colore.

Lucas Harari, L’attrazione, Coconino Press.
Qualcuno scriva una sceneggiatura tratta da L’attrazione di Lucas Harari e la faccia arrivare a David Lynch. Perché la sensazione di straniamento provocata da questo fumetto, aiutata anche dai colori freddi e dalle linee nitide dell’albo, è molto simile a quella provocata dall’autore di Twin Peaks o, per rimanere in argomento, dai libri di Charles Burns. Lo studente di architettura Pierre ha sviluppato una vera e propria ossessione per l’edificio che ospita le Terme di Vals, costruito dal celebre architetto Peter Zumthor, su cui circolano anche strane dicerie. Pierre decide di andare a vedere cosa si cela tra le rocce e i muri del Cantone dei Grigioni. Rivelazione dell’anno.

Laurent Queyssi & Mauro Marchesi, Phil K. – Una vita da Philip K. Dick, Magic Press.
La vita di Philip K. Dick è stata da romanzo (allucinato). Come ci ha già raccontato, tra gli altri, anche Emmanuel Carrère con Io sono vivo, voi siete morti, lo scrittore di Blade Runner, Minority Report, The man in the high castle tanto per citarne alcuni, ha avuto un’esistenza a dir poco movimentata. Diversi divorzi, una depressione latente nei momenti buoni, quasi nessun riconoscimento mentre era in vita. Dick, da bravo visionario, aveva previsto tutto, peccato che nessuno lo avesse compreso. Questo fumetto è un tentativo di restituire quello che lui ha dato a noi.

Evelina Guerreschi

Leggo. Di Finzioni sono social media manager e curatrice di Coming Boom e Coming Soon.

Nessun commento, per ora

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email NON sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>