20lines: 365 giorni, 365 storie. Ecco il primo ebook

20lines compie un anno. In 365 giorni (e qualcosina in più) la piattaforma social di scrittura collaborativa ha raccolto, di venti in venti, 163816 lines (molto probabilmente mentre starete leggendo il dato sarà già variato) da parte degli oltre 5000 utenti/scrittori iscritti.

Un bel traguardo dopo appena un anno di vita di questo “esperimento” letterario che prende le mosse da un aforisma di Stendhal «Vingt lignes par jour, génie ou pas».

Non ci vuole un genio per scrivere, insomma. Bastano costanza e applicazione. E magari un metodo. A questo metodo ha creduto fin dall'inizio anche H-Farm, il Venture Incubator che sta trasformando la campagna veneta in una piccola Silicon Valley, e ora ci sono pure l'interesse e l'appoggio economico di United Ventures, che contribuirà al progetto con 250mila euro. Ma che bel modo di festeggiare!

A noi 20lines ci piace particolarmente perché non è il classico marchingegno diabolico che permette alla gente di scrivere, scrivere, scrivere e basta, contribuendo all'annoso e ormai mitologico problema de “l'italiano che scrive ma non legge”.

Il bello della scrittura social è che deve essere condivisa, e per essere condivisa non può non essere letta. Il sistema 20lines forza fisicamente lo scrittore a leggere il microcosmo di micronarrazioni che gli sta attorno. Prima e dopo la fase di scrittura entra infatti in gioco la lettura creativa (e quindi inter-attiva). Sono infatti proprio i lettori a decidere, attraverso i loro voti e commenti, quale degli infiniti rami creati sarà il preferito. E quindi come procederà la storia.

Perciò tanti auguri 20lines!

Per festeggiare i 20liners hanno deciso di pubblicare il primo ebook che raccoglie una raccolta dei migliori racconti, o meglio, una selezione delle produzioni più utili ad inquadrare questo fenomeno che, dopo un anno a gattonare, ora si è alzato in piedi e cammina con le sue gambe. 365 giorni, 365 racconti: come una sorta di Mille e una notte in versione 2.0.

Noi di Finzioni abbiamo deciso di fare un regalo a modo nostro. Abbiamo letto in anteprima l'ebook e ne abbiamo scritto la prefazione, nella convinzione che progetti come 20lines – così come qualsiasi altra idea che possa dare una spintarella alla nostra cara vecchia letteratura – non possano che fare del bene ai lettori, agli scrittori e a tutti i sognatori, nessuno escluso.

Se siete curiosi e volete scaricare l'ebook gratuito vi basta cliccare proprio qui.

Michele Marcon

Mi piace leggere, per questo leggo di tutto: le scritte sui muri, i foglietti illustrativi delle medicine, gli ingredienti sulle scatole di biscotti, le espressioni sui volti delle persone e sì, anche i libri.

1 Commento