Se fai un bel respiro

Punizioni! / Se fai un bel respiro

Beverly Hills 90210 è arrivato in Italia nel 1992 e io, appena decenne, lo guardavo sempre. Era bellissimo, pensavo fosse la serie televisiva più bella di sempre. Poi, però, ho riguardato le repliche nei mesi scorsi ed è stato orribile: anzitutto mi sono reso conto che è bruttissimo. Che Dylan si droga di peso, che Andrea è una gran nerd, che David è un rincoglionito e che Donna e Kelly hanno paura di pronunciare la parola “marijuana”. Ma soprattutto che Brandon Walsh è il più grande rompiballe della California e, forse, di tutto il mondo.

Steve porta l’alcol alla festa delle matricole? Brandon lo moralizza e glielo impedisce, dicendo che è “sbagliato”. Valery si fa un cannone? Brandon la accusa per la fame chimica negandole il cibo “così impara”. David cambia due tipe in due sere? Brandon lo bacchetta chiamandolo “adultero”. Ebbasta!

In Se fai un bel respiro, di Carlo Pastore (noto vj di MTV), Carlo Pastore, cioè il protagonista, è un gran Brandon. Tra le storie di vita vissuta nella provincia di Novara, tra 'presurie male' (p. 16), 'essere creteeni' (p. 53) o 'poverash' (p. 152) e 'porrografare' in santa pace con una 'macchina porrografica' (p. 166), giovani diciassettenni in prima persona crescono, riflettendo – a volte in modo davvero intelligente, va detto – sul futuro loro e di tutti i loro coetanei. E, alla fine della fiera, sono tutti contenti: vanno ai rave, cacano e urinano di peso, hanno i migliori amici, vengono intortati da omosessuali e guardano youporn. Il protagonista fa tutte queste cose – a volte contemporaneamente – e ha la fortuna di essere anche più profondo e responsabile degli altri, il tutto in bello stile e con un ritmo narrativo coinvolgente e piacevole.

Non fosse che, a un certo punto, viene fuori con la massima: “coca ed ero ti mandano in nero”.

E da quel momento si trasforma in Brandon: è 'deluso' dal suo amico che si fa della ketamina e altre droghe che io personalmente non conoscevo, gli 'fa schifo', anzi 'vomitare' la sua amica che ha fatto un porno con due vecchi e 'compatisce' un ciccione buontempone che riempie le automobili parcheggiate con la schiuma di un estintore e che, in risposta ai rimproveri del vicinato (tutti Brandon Walsh cresciutelli anche loro), gli caca davanti alla porta d’ingresso.

In Se fai un bel respiro, la legittima funzione sociale dell’amico con la testa a posto trascende e si trasfigura nella personificazione hollywoodiana dello spaccamaroni.

Suvvia Brandon, sono ragazzi!

Jacopo Cirillo

 

Jacopo Cirillo

I libri non sono importanti

2 Commenti