Numero 12

è uscito il numero 12 di Finzioni!

La lettura creativa è un simpatico giochino di parole che sfrutta l’ormai abusato epiteto solitamente abbinato alla scrittura. Ma la  lettura creativa è anche un  modo di intendere la letteratura e, di più, la sua fruizione. Su Finzioni non ci scrivono dei professionisti ma, anche se fosse, non si porrebbero come tali: prima di essere giornalisti, studenti/studiosi, uomini di cultura o semplici cazzoni siamo lettori, come tutti. Gente che si legge dei gran libri perché sono belli, fanno trascorrere piacevolmente il tempo, fanno venire delle belle idee, cose così.

La lettura è creativa quando si ribalta la gerarchia secondo la quale i libri, e tramite loro gli scrittori/angarioni, parlano e i lettori stanno zitti; è un movimento contro la passività “storica” del lettore che, invece, vuole dire la sua. Si appropria del libro e, letteralmente, gli fa dire quello che vuole. Le riviste di letteratura italiane, ci sembra, si dividono abbastanza nettamente in due frange: quelle scritte da scrittori e quelle scritte da lettori, e ognuna delle due fazioni si rivolge essenzialmente al proprio pubblico. Chi legge quattro libri al mese per divertimento, chi si fa prima due risate con Wodehouse e poi due coglioni così con Baricco, chi si inquieta con Hoffman e si sorprende con Roald Dahl e ha brama continua di nuove idee, difficilmente si avventurerà tra le diecimila battute e passa di Carmilla o nel crescente ermetismo di Nazione Indiana, giusto per dirne due.

Allo stesso modo un giovane o meno giovane scrittore intellettuale teorico italianista filologo acculturato professore freelance faticherà a farsi due risate con le finte recensioni di Alessandro Romeo di RivistaInutile e sarà restio a prendere consapevolezza del validissimo vademecum di Teflon, giusto per citare due ospiti di questo numero.

Insomma, ognuno scrive per chi è come lui (o quasi) e noi di Finzioni lo facciamo da ormai dodici numeri; ma ci sono tante altre persone, tanti progetti più vecchi o più giovani di noi che portano avanti la nostra stessa missione. Questo è un numero collettivo in cui festeggiamo il nostro compleanno insieme a loro.

Prima di iniziare ringraziamo allora chi ci ha fatto questo regalo e ha contribuito a creare il primo White Album dei lettori italiani: Rivista Inutile, Teflon, MilanoRomaTrani, Follelfo, La luna di traverso, Colla, Ernestvirgola.

Scarica Finzioni n.12 in PDF

La Redazione

Menino vanto altri delle pagine che hanno scritte; il nostro orgoglio sta in quelle che abbiamo letto

2 Commenti