Sul pezzo: Il PD e Silver Surfer, Peppe Fiore, Essere indie a Rimini

Credits: Peppe Fiore – Nessuno è indispensabile

Sul Pezzo: il meglio della settimana finzionica in 5 (+1) articoli.

 

1. Il PD e Silver Surfer

di Andrea Sesta

Sito Ufficiale del PD - Partitodemocratico.itLe immagini hanno una potenza che trascende il tempo e lo spazio. Giusto per sottolineare questo concetto, nel giorno in cui i candidati alle primarie del centrosinistra si incontrano in un dibattito televisivo, il sito del Partito Democratico se ne viene fuori con l'immagine che vedete sopra questo articolo. Proviamo ad abbozzare una storia.

 

2. Eredità: oracoli, sangue e memoria

di Viola Bianchetti

ereditàA volte la tragedia greca mi mette di fronte a questioni talmente lontane dalla mia mentalità da risultarmi incomprensibili. Una di queste è il meccanismo per cui le colpe dei padri si trasmettono ai figli.

 

 

3. Il silenzio sulla pagina

di GP Leonardi

Égalité devant la mortDell'AIDS e del virus dell'HIV nessuno parla più. Nessuno ne scrive più. Di AIDS, almeno in Occidente, non si muore più: le persone che hanno contratto la sindrome assomigliano ormai a molti altri malati cronici, bisognosi di continue cure mediche specialistiche e trattamenti costosi.

 

 

4. Peppe Fiore – Nessuno è indispensabile

di Jacopo Cirillo

muccaAlla fine della fiera, la cosa più bella del libro di Peppe Fiore è il suo essere intimamente, eminentemente e pure deliberatamente una bella storia. Va bene la scrittura, ok i risvolti psicologici dei personaggi, perfetto il messaggio che scorre tra le righe. Alla fine però la cosa che ti rimane impressa è la storia, pura e semplice.

 

5. Essere indie… a Rimini

di Eva Brugnettini

Rimini by Milo ManaraInevitabile partire dalla “Libreria Riminese dal 1931”, sì, quel “dal 1931” fa parte del nome, e resistere da 80 anni dà loro tutte le ragioni per un certo sfoggio. Mirco e Giorgia sono i titolari, praticamente due istituzioni viventi.

 

 

I Monelli della letteratura: perché a leggere, e a fare marachelle, si inizia fin da piccoli!

“Svegliati che andiamo a trovare quella buffa bambina dalle grandi scarpe”- pt.2

di Cinzia Agrizzi

pippiCome abbiamo visto nella precedente puntata, Pippi è così eccezionale e avanguardistica che il primo editore svedese, ritenendola troppo trasgressiva, rifiutò la pubblicazione del libro (pentendosene poi amaramente). La nostra monella è infatti una sorta di femminista ante litteram

 

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.