Emmanuel Carrère e gli orgasmi in 40 minuti

Photo credit: L'Express

Oggi, sesso!

Quindi la lettura di questo post è VM18, ripeto: VM18. Ehi, voi di Finzioni Kids siete avvisati!

Voglio farti una proposta. A partire da questo momento, tu farai tutto quello che ti dico. Se ti dico: smetti di leggere alla fine di questa frase e non ricominciare prima di dieci minuti, tu smetti di leggere alla fine di questa frase e non ricominci prima di dieci minuti.

Facciamo un gioco, Emmanuel Carrère, 50p – 40 minuti oppure 2 ore e 20 minuti se obbedirete ai suoi ordini

Facciamo un gioco è un tentativo di esperimento ipnotico e controllo a distanza da parte dello scrittore nei confronti della protagonista e del lettore stesso e in definitiva è un racconto erotico.  Erotico, con tutto quel che comporta: "la mano fino a quel piccolo rigonfiamento", "la carne così tenere ed elastica", "l'odore delle ascelle", "lo sprofondare del pensiero nelle tue mutandine" (!?!).

In fondo le premesse sono chiare:

… ho in mente di far bagnare non soltanto te, ho in mente di far bagnare qualsiasi altra donna legga queste pagine.

Insomma, care fanciulle, siete avvisate, il vecchio Carrère promette orgasmi in meno di 40 minuti (potere della letteratura). Direi che è il vostro giorno fortunato! 

E la trama? Per favore, non fatemi ridere, quella la lascio scoprire a voi, e poi è pur sempre un racconto erotico, la gente non legge mai i racconti erotici per la trama, o no?

Federico Tamburini

Federico Tamburini

Qualche giorno fa al supermarket Eurospin non ha comprato una confezione di filetto di merluzzo surgelato perché costava 6 euri e 50 e ha optato per una scatola di ceci. In quel momento ha capito molte più cose della sua vita di quanto mai fosse riuscito a fare prima. Per il resto, non avendo mai tempo, legge libri che richiedono sforzi anaerobici.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.