Blake J. Harris| Console Wars

Io sono un bambino degli anni 80. Non solo perché è in quegli anni che sono nato, ma perché sono tuttora un bambino e i giochi che mi appassionano di più solleticando la nostalgia sono ovviamente quelli di quegli anni.

Quando qualche tempo fa ho per caso ritrovato il mio game boy (quello di prima generazione) ancora funzionante e l'ho mostrato ai miei amici ho suscitato un'ondata di entusiasmo, nonostante pochi di noi siano dei super-nerd.

cwA quel punto mi è tornato in mente un altro gioco su cui passavo le ore insieme a mio padre: il Sega Master System. Ho ritrovato anche quello, ma curiosamente non funzionava più. Dico curiosamente perché sembra che quei due giocattoli abbiano seguito le sorti delle rispettive aziende produttrici: Nintendo è ancora viva e vegeta, mentre Sega non è più presente sul mercato in maniera forte e con una propria console.

Il libro Console Wars di Blake J. Harris documenta proprio la battaglia tra le due case di produzione di videogiochi. Una battaglia che ha segnato una generazione come dice il sottotitolo del libro: Nintendo, azienda con quasi il monopolio del settore, viene sfidata da Sega, una minuscola realtà che grazie alle scelte anticonvenzionali di un manager con un passato in Mattel e con una forte esperienza nel campo dei giocattoli riesce a diventare il più temuto concorrente.

Con l'invenzione dei giusti personaggi spinti da un potente marketing, si plasma una nuova identità per Sega che nel frattempo crea anche un modo nuovo di rapportarsi con gli sviluppatori di giochi. Le scelte giuste portate avanti con una determinazione fortissima fanno crescere questo Davide fino a farlo diventare a sua volta un Golia, senza che però nessuno dei due giganti riesca ad abbattere l'altro. 

Come si spiega allora la differenza tra il futuro di Nintendo e quello di Sega? Harris documenta quanto la caduta di Sega non sembri dovuta solamente alla fionda di un Davide o alla forza dell'altro Golia, ma ad un bipolarismo personale che ha portato l'intero sistema nervoso al collasso.

Console Wars è un libro che merita di essere letto per due motivi: il primo è che davvero appassionante. Se state pensando che un conto è divertirsi coi videogiochi ma diverso è leggerne la storia, sappiate che resterete incollati al libro fino all'ultima pagina. Il secondo motivo è che se la vostra fidanzata non ne può più di vedervi giocare ai videogiochi, potrete dire che in realtà state studiando economia aziendale.

Blake J. Harris, Console Wars, Multiplayer.it Edizioni, 2015

Marco Combi

Sostenitore del pensiero viandante e discepolo del nomadismo, interiore e non. Quando viaggia, legge. Quando legge, viaggia. In perenne ricerca della domanda giusta che gli faccia capire quali sono le risposte che sta cercando.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.