Marco Visinoni | Come diventare uno scrittore di successo

Di solito sono abbastanza diffidente verso i manuali e i vari consigli per e come fare a. Quando si tratta di manuali sulla scrittura o sul lavoro di scrittore, poi, la fregatura è dietro l'angolo. Con il rischio di imbattermi nella solita dose di banalità sentenziose più irritanti che utili, ho deciso di dare una possibilità a Marco Visinoni e al suo Come diventare uno scrittore di successo, edito dalla bolognese La Linea, giusto per capire se aveva qualcosa di diverso da dire. E le sorprese non sono mancate.

Già, perché il libricino in questione non è solo utile, ma fa anche ridere. Scrittura godibilissima e brillante che serve a tenere vivo un vero e proprio dialogo tra autore e lettore, con continui richiami, segnali e battute che allestiscono una specie di divertente chiacchierata. Un manuale spiccatamente informale che riesce comunque a prendersi sul serio, in cui Visinoni – che dimostra di sapere molto bene di cosa sta parlando – rinuncia a vestire i panni del maestrino spocchioso o del guru generoso.

ScrittoreSuccesso_coverSITOFin dalle prime righe si capisce cosa si sta per leggere e cosa invece non si sta per leggere: 

Parcheggia l'espressione da medico legale, lo so che normalmente non prendi in mano questi stupidi manuali. Lo so che leggi Dostoevskij, tu. 

Così resta solo da decidere se stare o meno al gioco di Visinoni e sentire cos'ha da dire. Si incontrano, quindi, i tasselli che costituiscono il percorso-chiacchierata allestito dall'autore, che affronta uno dopo l'altro e senza troppi fronzoli i punti più interessanti del manuale. Il lettore (vale a dire l'aspirante scrittore) può così beneficiare di consigli pragmatici, vere e proprie dritte somministrate con la giusta dose di cinismo e disillusione, pur non scandendo mai nel piagnisteo e anzi descrivendo con decisione le mosse da seguire per arrivare all'agognato successo. Degni di nota i capitoli dedicati alla realizzazione delle presentazioni (Come evitare che alle presentazioni venga solo mia mamma) o all'utilizzo dei social network per l'autopromozione dello scrittore (Social network, ovvero come imparai a non cazzeggiare e ad amare la rete), seguiti da numerose e altrettanto utili e curiose avvertenze.

Da tutto ciò ne viene fuori un libretto agile e prezioso, che mi ha tenuto sveglio fino a tardi regalandomi anche qualche gustosa risata. Se volete il solito manuale che vi risolva i problemi e coccoli i vostri fragili sogni, il libro di Marco Visinoni non fa per voi. Non farà il lavoro sporco per voi, non farà uscire miracolosamente il vostro talento, né farà di voi il nuovo sforna-bestseller. Come diventare uno scrittore di successo sarà piuttosto il vostro coltellino svizzero, l'insegnamento che vi tornerà utile all'improvviso e che servirà a ridarvi la carica quando non saprete che pesci pigliare. Mica male, no?

Marco Visinoni, Come diventare uno scrittore di successo, La Linea, 108 pagg., 9 euro

 

 

 

Andrea Camillo

Si è laureato in Italianistica per correggere i congiuntivi ad amici e parenti, ma sta ancora aspettando un cesto di Natale dalla Crusca. Nel frattempo scrive storie e finge di non annoiarsi troppo,

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.