Mohsin Hamid | Come diventare ricchi sfondati nell’Asia emergente

Avete presente i libri di autoaiuto? Quelli che uno se li compra all'autogrill pagandoli una cifra esagerata, ma tanto che gl'importa: ha le gambe tutte rattrappite; per un colpo di sonno quasi non ci resta; moglie e figlio – che per altro avevano giurato di tenerlo sveglio, dormono di gusto a bocca spalancata nei sedili posteriori – e soprattutto il caffè appena bevuto sapeva di plastica? Ecco, uno è lì, così, con quel saporaccio brutto, le ginocchia tremolanti, la schiena a pezzi, e li vede, sono loro, quelli dalle immagini di copertina orribili, che uno se li guarda, se li gira tra le mani… questo no, questo figuriamoci… mmm… eccolo lì!

E solitamente si finisce per comprare il manuale del luminare di una nuova ginnastica lombare, da svolgersi a testa in giù, appeso per gli alluci con appositi gancini venduti congiuntamente al volume, che ci porterà esattamente… da nessuna parte.

Come diventare ricchi sfondati nell'asia emergente

Bene, Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente segnerà la svolta della vostra esperienza con i libri di autoaiuto.

Per prima cosa perché se lo state acquistando in autogrill – ma anche in una qualsiasi libreria – sapete per certo che non vi riguarderà, ché, d'accordo che oramai la geografia a scuola la si fa un tanto al chilo, ma non siamo certo nell'Asia emergente. 

La seconda motivazione è che dopo la prima riga e mezzo saprete per certo di aver buttato i soldi spesi nei libri di autoaiuto. Che poi, va be' – come direbbe qualcuno per le sigarette – non è che se uno non ha mai buttato soldi in libri d'autoaiuto, adesso gira col Ferrari.

La terza motivazione è che questo libro d'autoaiuto vi può prendere in castagna qualsiasi sia la vostra età, la vostra condizione psicofisica, economica, sociale e politica. Ma come? Non eravamo in Europa qui? Sì, ma si sa, tutto il mondo è paese.

La quarta motivazione è che in realtà parla proprio a te, a te che sicuramente sei in un punto imprecisato – ma stai certo che quel punto c'è, vieni catturato dall'amore, la più bella storia che ti possa capitare. Non devi nemmeno far la fatica di viverla, è già tutta lì.

La quinta e ultima motivazione è che l'autore, Mohsin Hamid, si offre di accompagnarti – come i fantasmi di Dickensiana memoria – nel tuo futuro. Così magari aggiusti un po' il tiro, che quel che conta in fondo, anche nell'Asia emergente, è essere felici.

 

Mohsin Hamid, Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente, Einaudi, 2013

Michele Danesi

È un temibile sociopatico. Da poco trasferitosi a Torino, lotta per il partito del maschio col ferro da stiro. Per lui non esistono limiti spaziali o temporali; quando non stira lenzuola, legge e scrive in continuazione: ha capito che in questo modo le persone evitano di parlargli. Nonostante questo, vive nell'insana consapevolezza di piacere agli altri.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.