Contro Pennac

come-un-romanzoDiagonali / Contro Pennac

Non è la condotta che tengo di solito, lo so, ma delle volte vengono fuori cose davvero irritanti. Come un romanzo. Lettori colpiti, sbalorditi, illuminati dalla presunta grandezza di quella banalità puerile che sono i diritti imprescindibili del lettore. Pensate: io ho il diritto di non leggere. Di rileggere. Di non finire un libro se non mi piace. Io basisco.

La prossima volta Pennac ci donerà un pamphlet sulla possibilità, ma che dico, sul diritto inalienabile di usare i libri per pareggiare le gambe dei tavoli.

Daniel Pennac – Come un romanzo, Feltrinelli, 144 pp.

Jacopo Cirillo

Jacopo Cirillo

I libri non sono importanti

1 Commento
  1. Nemmeno una recensione, un commento superficiale che perde/elude la prospettiva metaletteraria del romanzo per una semplicistica critica letteraria a metà.