Della Spocchia

biblioteca-universaleDiagonali / Della Spocchia

Tutte le opinioni personali sono o hanno un fondo di spocchia (soprattutto questa, che è metaspocchiosa). Quando qualcuno propone una tesi che, anche minimamente, può essere contestata, fa una premessa implicita: io ho ragione, chi mi sta contestando ha torto. Faccia pure, che io non me ne curo.

Tutti noi facciamo così: chi scrive su aNobii, chi scrive su un blog. Chi, in qualsiasi modo, vuole che le sue idee siano lette da altri. E gli altri devono/dovrebbero essere d’accordo. Perché le sue idee sono giuste.

Hermann Hesse (e il titolo del suo libro, Una biblioteca della letteratura universale) è un gran spocchioso e mai, come in questo caso, l’aggettivo è così onorifico.

Jacopo Cirillo

Jacopo Cirillo

I libri non sono importanti

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.