Lo uccisi perché. Consigli per una catarsi

Lo uccisi perché mi svegliò. Mi ero coricato tardissimo e morivo dal sonno. Con un manrovescio, zac, gli feci rotolare la testa per terra. (Don Chisciotte)

Per forza succede a tutti, quindi anche a voi. E aggiungo almeno una volta al giorno, senza azzardo. Cioè, se non è così non avete che da dirlo, però non sareste tanto normali credo. Avanti, c'è qualcuno tra voi a cui non succede? C'è qualcuno tra voi pervaso a tal punto da buoni propositi, buon umore a volontà ed una sconfinata, sempre ricolma scorta, mai a rischio carestia, di pazienza tale da non sentire, almeno una volta al giorno, dico per certo senza azzardo, il desiderio irrefrenabile di ammazzare qualcuno? Non per forza ritorsioni cruente, anche solo uno spunticino… Niente? Allora siete potenziali vittime.

Un tale di nome Max Aub nasceva a Parigi nel novecentotre per poi emigrare a Valencia nel nove e quattordici. Un non spagnolo che abitava in Messico e scriveva in castigliano. Regime franchista? E lui scrive Storia della morte del generale Franco. E anche Delitti esemplari (Sellerio 1981/2011, 8 euro).

Dopo averlo letto ci sono due possibilità: numero uno. il vostro stato mentale subirà immediato e preciso allineamento alla forma pensiero indicata, il che vi porterà a conservare il volume come fonte di sacra ispirazione; numero 2. vi darà immediata catarsi, con conseguente risparmio voce analista, e una vena creativa da urlo. Non vi fermerete più. Comporrete roba a tema per ogni falla del vostro quotidiano. Ammazzamenti letterari a iosa: vicini, coniugi, parenti, vigili, brutte persone. Con la forchetta, sotto il tram, se vi turbano il sonno o vi tastano il culo.

Lo uccisi perchè era idiota, perfido, scemo, tardo, stupido, mentecatto, ipocrita, ignorante, burino, buffone, gesuita, a scelta. Una cosa si accetta, due no.

Uccise la sua sorellina il giorno della Befana per tenere tutti i giocattoli per sé.

Catarsi!

Licia Ambu

Pensa che avere una sola personalità sia uno spreco di spazio. In fase di definizione a ciclo continuo, ama in ordine sparso nonché intercambiabile un sacco di cose.

2 Commenti