Scheletri nell’armadio

la-strega-di-portobelloDiagonali / Scheletri nell’armadio

Succede che scopro l’origine dell’espressione “avere uno scheletro nell’armadio”. E’ frutto di una vignetta umoristica dei giornali giacobini durante la rivoluzione francese: sembra che avessero trovato, in un armadio di un conte appena morto, la sua corrispondenza cospirativa contro il re.

E gli scheletri letterari? Ne ho molti, spesso legati a errori di gioventù. Ma uno, uno sopra tutti, mi provoca ancora brividi di vergogna.

Ripongo allora ufficialmente, nel mio armadio, lo scheletro di Paulo Coelho, dei suoi personaggi tagliati con l’accetta, della stucchevolezza dei suoi intrecci e della sfacciata alterigia del suo marketing.

Ubi maior.

Jacopo Cirillo

Jacopo Cirillo

"La critica è semplicemente letteratura sulla letteratura. La critica non spiega, non giudica, non individua valori, non ha nulla da capire; è una gestione di parole a proposito di parole. È una narrazione che ha per personaggi le parole di un libro".

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.