Scrivere una puttanata su un libro la rende intelligente?

la-cura-ludovicoDiagonali /  Scrivere una puttanata su un libro la rende intelligente?

Spesso si pensa che qualsiasi puttanata, se scritta in un libro, diventi improvvisamente un po’ più sensata o almeno legittima. E’ proprio vero: il libro ha ancora la funzione sociale di reificare i concetti (vero Iva Zanicchi? Sennò a te chi ti ascoltava?).

Il libro La Cura Ludovico è una prova. Nell’analisi semiotica del film Arancia Meccanica, parlando dell’omonima cura che fanno al povero Alex D, Marrone sostiene che – semioticamente – le crude immagini gli entrano dagli occhi (spalancati da divaricatori metallici) e gli escono dalla bocca sotto forma di vomito (sic). Immagini sottoforma di vomito.Forse è troppo anche per essere scritto in un libro.

La Cura Ludovico, Gianfranco Marrone, Einaudi, 196 pp.

Jacopo Cirillo

Jacopo Cirillo

I libri non sono importanti

2 Commenti
  1. non ti sembra un po’ poco isolare una metafora ed esprimere un giudizio così catastrofico su un testo?

    almeno dicci se tutto il resto rimane sullo stesso livello

    b.

  2. Se vuoi fare una recensione almeno falla corretta, non isolare un concetto da tutto il libro, come se l’autore fornisse solo quella tesi.
    Fai del vero riduzionismo!