La Coppa dei Lettori… Paolo Piccirillo

Quali sono i romanzi finalisti alla Coppa dei lettori? Perché ci sono piaciuti? Chi li ha scritti? 
Approfittiamo di questi giorni prima delle votazioni finali per rinfrescarci la memoria, rispondendo a questi ed altri interrogativi con una serie di contenuti speciali dedicati ai cinque finalisti della Coppa dei lettori! 

***

Perché scrivi?

È il mio modo per stare nel mondo.
Scrivere è l’unica maniera per entrare nella vita di perfetti sconosciuti, di esseri umani che probabilmente non incontrerò mai nella vita di tutti i giorni; farli appassionare, farli piangere, farmi odiare per averli fatto perdere tempo e soldi, oppure farmi voler bene perché li ho emozionati: è una magia unica.

Cosa fai quando ti trovi di fronte a una bella storia?

Di solito non mi trovo mai di fronte a una bella storia. Mi trovo di fronte a suggestioni che poi modello, trasformo in storia. Il segreto è riconoscere quando ciò che si nasconde è effettivamente una storia e quando invece è solo in miraggio.

Quale momento della stesura del romanzo ti ha appassionato di più e quale di meno?

Le pagine in cui Agapito ritorna in Germania dopo quarant’anni sono quelle che ricordo con più piacere. 
Quelle invece in cui racconto i progressi della terra, quali frutti iniziano a crescere, quali verdure, mi hanno annoiato un po’. 

Qual è il tuo rapporto con i personaggi? Sei tu che comandi o sono loro?

Vivo i miei personaggi un po’ come si vivono le amicizie estive, quelle che poi da settembre in poi sai che non rivedrai mai più nella tua vita. 
Ci passo del tempo insieme sfruttando al massimo ogni momento. Anche perché poi appena finito il romanzo chiudo i rapporti coi miei personaggi, ho altre storie da raccontare. 
Quindi direi che sono io che comando, anche nel momento in cui li disegno, di solito stabilisco tutto a tavolino prima di mettermi a scrivere, compresi tic, ossessioni e frasi ricorrenti. 

E tu, scrittore, che lettore sei?

Come tutti, vado a periodi. Leggo soprattutto romanzi con una leggera corsia preferenziale dedicata a storie spagnole e latinoamericane.  

Di qualcosa a un altro finalista.

Dico a Morozzi di non abbattersi: la serie B tempra come uomini e come tifosi, tornerà in A con le spalle più grandi di prima. 
Io ci sono passato…

Qual è il personaggio letterario con cui vorresti andare a cena?

Pedro Almodovar. 

La Redazione

Menino vanto altri delle pagine che hanno scritte; il nostro orgoglio sta in quelle che abbiamo letto

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.