La Coppa dei Lettori… Teresa Ciabatti

Quali sono i romanzi finalisti alla Coppa dei lettori? Perché ci sono piaciuti? Chi li ha scritti? Approfittiamo di questi giorni prima delle votazioni finali per rinfrescarci la memoria, rispondendo a questi ed altri interrogativi con una serie di contenuti speciali dedicati ai cinque finalisti della Coppa dei lettori! 

***

Perché scrivi?

Credo che il motivo cambi sempre, perché ogni libro è scritto da una persona leggermente diversa. Oggi scrivo per riportare in vita i fantasmi.

Cosa fai quando ti trovi di fronte una bella storia? 

Se è scritta da altri, gioisco e la studio. Se scritta da me, mi domando: è davvero bella? Per quanto mi piacerà?

Quale momento della stesura del romanzo ti ha appassionato di più e quale meno?

La fine. È sempre un sollievo. L'inizio un patimento.

Qual è il tuo rapporto con i personaggi? Sei tu che comandi o sono loro?

I personaggi sono tutto. Il resto è costruzione.

E tu, scrittore, che lettore sei?

Leggo molto. I bei romanzi mi rendono felice. Ora sto leggendo “Una commedia italiana” di Piersando Pallavicini e “L’amore normale” di Alessandra Sarchi. Dovete leggerli.

Dì qualcosa a un altro finalista

A Sgambati: vediamoci.

Qual è il personaggio letterario con cui andresti volentieri a cena?

Ivo Barrocciai di Edoardo Nesi.

 

La Redazione

Menino vanto altri delle pagine che hanno scritte; il nostro orgoglio sta in quelle che abbiamo letto

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.