Björn Larsson | L’ultima avventura del pirata Long John Silver

Pirata una volta, pirata per sempre. Sì, perché non esisteva, all'epoca come ora, una forma di assistenza per chi raggiungeva l'autunno della vita. Spesso, nella realtà, i pirati non superavano i 40-50 anni e quelli che morivano agiati nei loro letti si possono contare sulle dita di una mano. Tutto questo Björn Larsson lo sa. Ma il nostro spirito di lettori non si accontenta, giustamente.

http://2.bp.blogspot.com/-hE5uzwmQYAs/Ud_fZ304-HI/AAAAAAAABFQ/aFhAvCjEJbU/s1600/L%27ultima+avventura+del+pirata+Long+John+Silver.jpgPer chi è appassionato di pirati, ogni libro che parla di pirati è un tesoro da conquistare. Perché la fame è tanta, e più passa il tempo e più si tramuta in avidità di conoscenza. Questo è il punto primo. Poi c'è il punto secondo, ovvero che Long John Silver è un personaggio drammatico a tutto tondo. Azzardo che forse è il pirata più famoso di sempre. Questa sua profondondità chiaramente non può essere contenuta in un solo romanzo, ma continua ad aleggiare indisturbata nei discorsi e nei sogni dei lettori di tutti i tempi.

Poi arriva Björn Larsson, che conosce bene la materia, e si prende la briga di dissetare gli assetati.

L'ultima avventura del pirata Long John Silver è un racconto lungo, diciamo una settantina di pagine, che ci parlano proprio di questo. Se quando un appassionato di pirati (e DEL pirata) pensa che ormai sia stato raccontato tutto il raccontabile, soprattutto dopo aver letto La vera storia di Long John Silver, con questo raccontone scopre che c'è un altro tassello del puzzle da aggiungere.

Quando anche i più informati di noi credevano che il quartiermastro del temibile capitano Flint fosse morto esplodendo con il suo fortino, è leggendo una lettera che lo stesso Silver scrive a Jim Hawinks (ormai adulto, ricco e sposato) che torna ad emozionarci.

Ora Long John vive in Madagascar, tranquillo e agiato in un fortino protettissimo e stracolmo di oro e pietre prezione, quando all'orizzonte scorge due persone mezze morte. Le salva, ma si rivelano due negrieri, più o meno. Ora, se c'è una cosa che Silver ha imparato, è che la libertà vale molto di più di ogni altra cosa e, per così dire, si prende una sua piccola rivincita. Nei confronti del mondo, se proprio vogliamo.

Perché lo fa? Beh, perché i pirati non muoiono mai!

Björn Larsson, L'ultima avventura del pirata Long John Silver, Iperborea, 80 pagine

Andrea Sesta

Vi parlo del mio mondo perfetto: una biblioteca grande come una casa, una donna adorabile al mio fianco, del cibo delizioso e storie di pirati fino a morire. Mi piace leggere, e quando ho tempo faccio anche il resto.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.