Corpus Libri

Approfondimento / Corpus libri

L’amore per la lettura porta a fare cose più o meno bizzarre: c’è chi ama talmente un libro da mangiarselo; c’è chi concretizza il desiderio di averlo sempre con sé tatuandoselo sulla pelle; c’è chi infine vorrebbe addirittura fondersi con esso, e non metaforicamente parlando, ma davanti all’impossibilità di entrare per magia nelle pagine, ha trovato comunque un modo divertente per far parte fisicamente dell’amato oggetto. 

Parliamo di Corpus Libri, un’idea nata per gioco nel 2008 dalla mente di Emily Pullen, e trasformatasi rapidamente in un archivio fotografico interattivo, ancora oggi in evoluzione, che raccoglie immagini molto particolari: si tratta di illusioni ottiche create dai lettori sovrapponendo al proprio corpo alcuni libri che ritraggono in copertina parti del corpo umano.

Le possibilità sono infinite, i risultati non tutti efficaci, ma quando le proporzioni di un viso, di una mano (o di qualcos’altro) in copertina, si adattano perfettamente alle proprie, l’originale trompe oeil è garantito!

Viviana Lisanti

 

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.