Se David Foster Wallace smollasse la tipa

Bene. Sono le 19, è quasi ora di cena ed è tempo di riposare le stanche membra.

Oggi, in occasione del #DFWday, vi abbiamo messo alla prova proponendovi articoli sì belli, ma un po' meno "lievi" del solito. Abbiamo fatto parlare chi, tra noi, conosce meglio l'autore e, soprattutto, chi meglio lo ha esperito. 

Adesso, sul far della sera, sfregatevi gli occhi un po' inumiditi (non dite che non è così, non ci crede nessuno), spaparanzatevi sul divano e rilassatevi. È ora di (sor)ridere.

Conoscete tutti The Onion, vero? La testata web satirica famosa oltreoceano e non solo per il riportare unicamente notizie assolutamente false. Ebbene, qualche anno fa quei buontemponi pubblicarono una notizia tanto ilare quanto potenzialmente vera

La ragazza di David Foster Wallace smette di leggere la lettera in cui lui la lascia a pagina 20

Stando alla fonte, Claire Thompson, professore di Scienze Politiche all'Illinois State University (dove lo stesso Wallace insegnava Scrittura Creativa), si sarebbe vista recapitare una lettera nella quale, fondamentalmente, il fidanzato David Foster Wallace la lasciava.

Un break-up wallaceiano in piena regola, chiaramente; 67 pagine di missiva, le cui prime 11 riportavano un'attenta e scrupolosa cronologia di tutte le situazioni che li avevano portati al deterioramento del rapporto. Titolo della sezione era, nemmeno a dirlo, "Come Posso Sapere Che Le Cose Sono Cambiate".

Nella lettera, David ammette di aver spesso frugato nella borsa lasciata incustodita di Claire per spiare nella sua agenda e calcolare quanto tempo avrebbero potuto passare assieme. Indizio palese della crisi fu il fatto che una volta, compiendo il consueto peregrinaggio nella borsa della fidanzata, David avesse optato per
 

leggere da cima a fondo una copia della rivista "Fine Cooking", racimolando informazioni sulla coltivazione, le tradizioni culinarie e i metodi di preparazione dell'asparago bianco anziché informarmi sul prezioso poco tempo a nostra disposizione.

Tra le varie sezioni in cui è suddivisa la lettera, possiamo citare "Sul Perché Non Potremmo Mai Invecchiare Assieme", "I Modi in cui Tutto – Noi, Il Mondo e Qualsiasi Cosa – È Cambiato" e "Le Cose Che Non Ti Ho Mai Detto (Che Ti Faranno Certamente Cambiare L'Opinione Che Hai Di Me".

Sorpresa ma non più di tanto, la Thompson afferma di non avere capito subito che si trattasse di una lettera d'addio circa la loro relazione, tant'è che, inizialmente, nemmeno l'aveva aperta.

Pensavo fosse uno dei suoi tomi su, che so, il perché ha smesso di mangiare zucchero o le ragioni per le quali avesse buttato il televisore. Oppure una roba come quella di 88 punti nella quale spiegava perché non volesse una festa di compleanno.

Una volta svelato l'arcano la Thompson avrebbe poi incominciato la lettura senza, però, portarla a termine: «Magari un giorno la riprenderò, sono curiosa di sapere come va a finire.» 

Come abbiamo sottolineato a inizio articolo, The Onion è una testata web satirica, pertanto la lettera in questione non esiste. Ma fa sorridere pensare a Wallace alle prese con carta, penna e dinamiche amorose. Conoscendo la sua capacità di sintesi e l'amore smodato per l'annotazione a piè pagina, non risulta così incredibile pensare che forse, da qualche parte nel mondo, vi sono donne con plichi infiniti nel cassetto dei ricordi del college che potrebbero dire, non senza fierezza: «Sì, sono stata smollata da David Foster Wallace.» 
 

Silvia Dell'Amore

Dostoevskij diceva che la bellezza salverà il mondo; io dico che lo farà il cioccolato.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.