Attenzione, c’è puzza di libro

Partiamo con uno spoiler: questa notizia non è una notizia. Già, perché a quanto si dice in rete, la bufala dello smell of books, eau de toilette in cinque fragranze per i Kindle-dipendenti nostalgici della carta, circola da ben prima che gli e-reader entrassero nel mercato.

Bufala o no, l'idea è talmente carina che se qualcuno ci facesse un business magari due soldini ci scappano.

Ecco le istruzioni: mentre siete in casa a boccheggiare per il caldo, con il vostro Kindle in una mano e una spremuta d'arancia nell'altra, perché non dare alla lettura un impulso tutto nuovo spruzzando l'aria con puro odore di libro? Potete scegliere fra ben cinque fragranze:

1) Classica, ossia libro antico;

2) Pancetta affumicata, ovvero puzza di fast food;

3) Profumo di gatto, libro vecchio (anzi vecchissimo);

4) Aroma di libro nuovo, che non ha bisogno di troppe spiegazioni;

5) Scent of sensibility, che vi catapulterà in un mondo dove regna l'odor di Jane Austen.

C'è una sola controindicazione: se ve lo spruzzate addosso può provocare allucinazioni. Ma se a Lewis Carroll (urban legend docet) è andata bene, magari il gioco vale la candela.

Marta Traverso

Gossip blogger, bonsai all'ombra della Lanterna, vagabonda dei social media

1 Commento