Amazon presenta: Kindle Paperwhite

Ieri quei geniacci della Amazon hanno presentato la loro nuova creatura, vale a dire il Kindle Paperwhite. Si tratta di un eBook reader di ultimissima generazione in uscita l'1 ottobre ma già ordinabile su Amazon.com (per ora, purtroppo, non è disponibile in Italia).

Piccolo e leggero come i suoi predecessori, è caratterizzato dalla tecnologia Paperwhite che comporta il 62% di pixel in più rispetto ai modelli precedenti nonché un aumento del contrasto pari al 25%.

La vera novità, però, è rappresentata dall'illuminazione integrata che permetterà finalmente di utilizzare il Kindle al buio. Non è la solita, fastidiosa retroilluminazione, in quanto la luce per dirla in parola semplici (e poco tecniche, ma almeno ci capiamo), è posta sopra al display e-ink e non sotto allo stesso, in modo da illuminare la pagina in maniera uniforme ma senza affaticare la vista.

Altra novità rispetto al passato è il colore dello schermo: bianco e non più grigiolino. L'antiriflesso, invece, rimane.
In più, sempre per aumentare la sensazione di "libro vero", il display è, in un certo senso, poroso. Il che torna utile, dal momento che il Paperwhite è completamente touch (se si esclude il tasto dello sleep).
E la batteria? Alla conferenza hanno parlato di 8 settimane di autonomia. Nientemeno.

Sono state presentate diverse versioni: il modello Wi-Fi (119 $) e il modello 3G (179 $).

Come se non bastasse, si è parlato anche del Kindle Fire HD e della nuova versione del Kindle Fire, disponibili anche in Italia.

Insomma, c'è chi degli eBook reader non può più fare a meno e chi, appena li sente nominare, va in shock anafilattico.
C'è anche chi sta nel mezzo e ama incondizionatamente la buona lettura, in qualsiasi forma essa si trovi (ché un supporto, dopotutto, non deve escludere per forza l'altro).
Di certo, il signor Bezos ce la sta mettendo tutta per portare dalla sua anche gli ultimi indecisi. E chissà… magari presto integrerà nei suoi Kindle anche il buon profumo dei libri appena stampati per fare contenti proprio tutti.

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.