American Gods: nuovi sviluppi per la serie tv

Vi ricordate la leggenda metropolitana del progetto di serie tv dedicata ai romanzi American Gods e Anansi Boys di Neil Gaiman? No? È normale, d’altronde se ne parla da anni e non se n’è mai fatto nulla.

Ebbene, cari lettori, finalmente qualcosa pare essersi sbloccato: agli inizi di luglio, è infatti stato annunciato che, ad occuparsi della trasposizione, sarà la rete televisiva Starz (quella di Spartacus, Camelot, I pilastri della terra, Outlander etc) e che Bryan Fueller (showrunner della interessante serie tv Hannibal, dedicata al Dr. Lecter dei romanzi di Harris) e Micheal Green (già produttore esecutivo della serie tv Heroes) sono stati nominati showrunner della serie tv, mentre Gaiman dovrebbe ricoprire il ruolo di produttore esecutivo.

Intervistato dal sito americano Craveonline, Bryan Fueller ha recentemente confermato di essere già arrivato alla scrittura del terzo episodio, ma che nulla di definitivo sarà pronto almeno sino al 2016.

La nostra moderata reazione all’idea di dover attendere ALMENO altri due anni prima di vedere un episodio:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Detto questo, Fueller si è comunque lasciato scappare delle succose anticipazioni: prima di tutto, ha confermato che la serie seguirà gli eventi del libro American Gods, incentrandosi sulle figure di Shadow e Wednesday ma cercando anche di espandere la storia per meglio mostrare i punti di vista di tutti i numerosissimi personaggi coinvolti nella vicenda. 

L'intervistatore ha anche avuto l'ardire, a questo proposito, di chiedere a Fueller se, come ha fatto la HBO con Game of Thrones, non ci si distaccherà troppo dalla base scritta. 

Ora. A prescindere dalla piega che sta prendendo (necessariamente, vista la mancanza di altro materiale romanzesco) la serie tv di GoT, ci permettiamo di far notare come si tratti di una domandina un po' azzardata (o inutile), visto che Gaiman è stato scaricato dalla HBO al suono di: «Rendi la sceneggiatura più simile al libro!»

Sul punto Fueller ha poi confermato che la serie potrà riguardare anche i personaggi e gli eventi dell’altro libro di Gaiman ambientato nello stesso universo narrativo: Anansi Boys.

La notizia più ghiotta, però, è la conferma del fatto che Gaiman sta seguendo da molto vicino l’adattamento tv dei suoi romanzi e che dovrebbe anche cimentarsi nella scrittura di diversi episodi della serie (un po’ come Martin ha fatto per le prime serie di Game of  Thrones). Nient’affatto male, considerato anche che Gaiman ha scritto diversi episodi per la serie tv Doctor Who che sono stati accolti molto positivamente dal pubblico e dalla critica.

Insomma, è ancora presto per avere certezze, ma finalmente la leggenda metropolitana sta per diventare realtà:

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

1 Commento