Book in a Box

“If the story doesn’t capture you, maybe you should start again.” Tom Uglow

Cos'è che fa di un libro, un libro? È la domanda che si sono posti quei geniacci di Visual Editions quando hanno deciso di riproporre Composition No. 1, del francese Marc Saporta. Comparso per la prima volta nel 1960, la particolarità del testo è che il romanzo ha le pagine staccate e prive di numerazione, una vera e propria sfida combinatoria lanciata alla bizzarria del lettore che può decidere di leggerlo in qualsiasi ordine, guardare per credere.

Il libro si presenta letteralmente in una scatola a pagine sciolte, pagine che contengono una narrazione autonoma ciascuna, lasciando al lettore la libertà di decidere, oltre all'ordine, anche quanto leggere, cosa tenere o cosa, perché no, buttare via. Per non farsi mancare proprio nulla, della Composition No.1 ne è stata creata anche una divertente versione iPad

Questa edizione si presenta con l'introduzione di Tom Uglow, responsabile di Creative Labs di Google e Youtube, rigorosamente scritta su una pagina – non sia mai che se ne legga solo un pezzetto – inoltre è stata arricchita con le immagini di Salvador Plascencia, autore di Gente di carta, cercando così di mettere nella scatola tutti i pezzi di un ipotetico puzzle che vanno a costituire un cosiddetto "libro tipico".

Michele Danesi

 

Michele Danesi

È un temibile sociopatico. Da poco trasferitosi a Torino, lotta per il partito del maschio col ferro da stiro. Per lui non esistono limiti spaziali o temporali; quando non stira lenzuola, legge e scrive in continuazione: ha capito che in questo modo le persone evitano di parlargli. Nonostante questo, vive nell'insana consapevolezza di piacere agli altri.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.