Dirsi Addio: se li leggi ti appassioni, se li vedi ti emozioni

Che gli scrittori dovrebbero prestarsi più spesso al cinema e, meglio ancora, alla televisione, l'abbiamo detto più e più volte. Per fortuna non siamo i soli a pensarla così.
È il caso del progetto editoriale multimediale Dirsi Addio, serie d'autore, ovvero: come scrivere di un addio e come trasformarlo in uno short-movie.

Per l'occasione, sette tra i più apprezzati scrittori italiani contemporanei (Ascanio Celestini, Marco Cubeddu, Paolo Di Paolo, Chiara Gamberale, Fabio Geda, Giorgio Vasta e Simona Vinci) hanno scritto un racconto per ciascuno.
Il tema, come immaginabile, è l'addio, che gli autori hanno potuto declinare a seconda della loro sensibilità tenendo bene a mente, però, tre regole: ambientare ogni storia in un solo ambiente, utilizzare due personaggi e scrivere al massimo dieci cartelle.

I sette brevi racconti sono quindi diventati sceneggiature scritte da Jacopo Fantastichini e Francesco Favale per sette cortometraggi che sbarcheranno al cinema in autunno e, subito dopo, in tv e sul web.
A recitare sarà un cast d'eccezione. Tra gli altri: Ennio Fantastichini, Francesco Montanari, Ana Caterina Morariu, Lina Bernardi, Nicola Nocella, Giorgio Marchesi e Andrea Bosca.

Nobile scopo di questa prima serie d'autore made in Italy in cui letteratura e cinema si fondono creando un'opera del tutto nuova, è veicolare la cultura attraverso tutte le forme espressive possibili.

Per tenervi al passo con tutte le novità riguardanti Dirsi Addio e per scaricare gli ebook dei sette racconti, vi invitiamo a consultare il sito internet dedicato.

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.