Firenze si prepara al Festival degli Scrittori (e cerca volontari!)

Non è esattamente il King Kong dei festival letterari, ma quello di Firenze merita tutta la nostra attenzione e rispetto: dal 12 al 14 giugno si terrà infatti il Festival degli Scrittori, e sarà ricco di prelibatezze letterarie provenienti da tutto il mondo.

La rassegna nasce come espansione del Premio Gregor von Rezzori, prolifico scrittore e traduttore mitteleuropeo che ha vissuto e lavorato nel Valdarno — promotore novecentesco del già storico carattere internazionale e cosmopolitico della città di Firenze. E il premio, non a caso, oltrepassa i confini nazionali e abbraccia la letteratura mondiale: verranno premiati, infatti, la miglior opera di narrativa straniera uscita nell’ultimo anno in Italia e la miglior traduzione. A contendersi il premio ci saranno Jennifer Egan (Guardami, minimum fax), Etgar Keret (All’improvviso bussano alla porta, Feltrinelli), Atiq Rahimi (Maledetto Dostoevskij, Einaudi), Juan Gabriel Vásquez (Il rumore delle cose che cadono, Ponte alle Grazie) e Jeanette Winterson  (Perché essere felice quando puoi essere normale?, Mondadori); il nome del vincitore del Premio per la traduzione invece è già noto: a riceverlo sarà Alessandro Fo, in virtù della traduzione dell’Eneide di Publio Virgilio Marone (Einaudi).

In apertura, da non perdere, è la lectio magistralis di Patrick McGrath “Scrivere la follia”, che svilupperà i temi del suo ultimo romanzo L’estranea (ripubblicato da Bompiani di recente).

Altro evento clou, e tutto fiorentino, è la serie di interventi e letture dedicate a Machiavelli e al cinquecentennale del Principe. Ospiti d’eccezione saranno Laura Morante e il premio Oscar Jeremy Irons, che leggeranno una serie di pagine scelte da Roberto Andò, fino ad arrivare alla letteraratura di Nabokov, Calvino, Bennet e Kundera, dalla quale emergerà una parentela insospettata con il testo che ha teorizzato la politica moderna.

Sul sito trovate il programma completo e, se vi interessa, gli organizzatori sono alla ricerca di volontari che avranno l’incarico di accompagnare e seguire gli ospiti. A chi parteciperà, a fine manifestazione, saranno regalati dei libri. Sulla pagina Facebook ufficiale dell’evento trovate tutte le informazioni (requisito fondamentale: conoscenza dell'inglese).

Buon festival e, in caso, buon lavoro!

Lorenzo Castelli

Da quando ha scoperto la differenza tra E’ e È la sua vita non è cambiata. Ma adesso inizia le frasi con il verbo essere alla terza persona singolare modo indicativo tempo presente una volta su tre. È convinto che i suoi articoli salveranno il mondo.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.