I vincitori del National Book Award 2015

Mercoledì 18 novembre sono stati annunciati dalla National Book Foundation i vincitori dell'edizione 2015 dei National Book Award, uno dei premi letterari più importanti al mondo. Il premio, nato nel 1950, è riservato esclusivamente alla letteratura americana ed è suddiviso dal 1983 in quattro categorie: fiction, non fiction, poesia e letteratura per ragazzi. I vincitori di quest'anno sono la raccolta di racconti brevi Fortune Smiles di Adam Johnson (fiction), Between the World and Me di Ta-Nehisi Coates (non fiction), Voyage of the Sable Venus di Robin Coste Lewis (poesia), Challenger Deep di Neal Shusterman (letteratura per ragazzi). I libri che per ora verranno tradotti e pubblicati in Italia saranno Fortune Smiles di Adam Johnson, che sarà pubblicato da Marsilio in data ancora da definirsi e Between The World and Me di Ta-Nehisi Coates, in uscita a settembre 2016 per Codice Edizioni con il titolo Tra me e il mondo.

Fortune Smiles, vincitore nella sezione fiction, è una raccolta di sei racconti in cui Adam Johnson affronta temi apparentemente distanziati, ma legati nella descrizione profonda di diverse esperienze della modernità. Sono tanti i microcosmi che si uniscono in queste short stories: alcune indagano sentimenti universali, altre si aggrappano a eventi cardine del nostro tempo (come nella Louisiana devastata dagli uragani Katrina e Rita); altre ancora scavano nelle complesse conseguenze del rapporto tra uomo e tecnologia. Uno dei racconti è ambientato in Corea del Nord, luogo già protagonista del suo romanzo Il signore degli orfani, Premio Pulitzer nel 2013. Per lo scrittore che i critici hanno accostato a Vonnegut e Saunders, il National Book Award è un'ulteriore conferma del talento e dell'importanza che la sua voce sta avendo nella narrativa americana e mondiale.

Between the World and Me è una lettera che Ta-Nehisi Coates scrive al figlio quindicenne Samori in cui affronta il tema del razzismo: dalla tratta degli schiavi, alle forme istituzionalizzate di discriminazione, a cosa significa essere un adolescente nero americano ai nostri giorni. Ta-Nehisi Coates è un giornalista che negli ultimi anni è diventato una delle voci più ascoltate sulle questioni legate ai problemi razziali negli Stati Uniti.

Voyage of the Sable Venus è la raccolta di poesia di esordio di Robin Coste Lewis. La raccolta può essere considerata una riflessione sull’idea e l’immagine della donna nera in Occidente, nel corso dei secoli. La poesia da cui la raccolta prende il nome è composta soltanto dai nomi di opere d’arte, dal passato ai giorni nostri, che descrivono come le donne nere sono state considerate, descritte e immaginate nel tempo. Robin Coste Lewis insegna alla University of Southern California e vive a Los Angeles.

Challenger Deep è un romanzo per ragazzi sulla la storia di Caden Bosch, un ragazzino che inizia a manifestare i sintomi della schizofrenia. Racconta cosa succede nella testa di Caden e cosa invece nella realtà esterna: lui immagina di iniziare un viaggio su un vascello verso il centro della terra, la sua famiglia invece nota un comportamento sempre più incomprensibile. Alla fine Caden viene ricoverato in ospedale per sottoporsi alle cure. Il libro è ispirato alla storia vera dell’autore, Neal Shusterman, e a suo figlio Brendan, a cui venne diagnosticata la schizofrenia quando aveva 16 anni. Nel libro ci sono anche 12 disegni realizzati da Brendan. 

Luigi Mauriello

È un romantico nel senso fitzgeraldiano del termine. Nella vita scrive, beve caffè, va a caccia di refusi sulle locandine dei trasporti pubblici. Dategli uno spunto d'appoggio e con un paragrafo vi salverà il mondo.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.