Il Grande Gatsby: una sovracopertina da 180.000 dollari

Il 20 ottobre a New York, Sotheby's metterà all'asta la rarissima sovracopertina della prima edizione de Il grande Gatsby  pubblicato nel 1925  per i tipi della Charles Scribner’s Sons. Si stima che sarà venduta per non meno di 150.000-180.000 dollari.

Non è l'unica copia conservata (una è stata venduta nel 2009 per 182.000 dollari e un'altra è ancora in vendita per 189.000 dollari dalla Peter Harrington Rare Books), ma ha una particolarità che la rende più ambita delle altre: è l'unica al mondo, di cui si abbia conoscenza, con la "J" di Jay Gatsby sulla quarta di copertina stampata in minuscolo e successivamente corretta a mano dall'editore.

Ok, non sembra comunque ragionevole pagare tanto per una sovracopertina, anche se ricopre una prima edizione del romanzo che da sola vale 7-10.000 dollari. Ma stiamo parlando della regina delle copertine, la più diffusa e apprezzata in tutto il mondo, un oggetto che ha acquisito significato in sè, aldila' del romanzo che accompagnava al suo debutto.

Celestial Eyes, questo il titolo dell'illustrazione che i lettori di tutto il mondo saprebbero riconoscere, rappresenta un surrealistico volto di donna, appena tracciato nei suoi contorni tranne che per gli occhi tristi e le labbra scarlatte, che sovrasta la citta' illuminata.

Se per un collezionista le prime edizioni hanno valore, in quanto testimonianze fisiche di un momento importante nella vita del romanzo e nella cultura di un paese, la prima copertina della prima edizione de Il Grande Gatsby ha un valore aggiunto perché fu scelta personalmente da Fitzgerald tra le opere di un allora sconosciuto artista, Francis Cugat, e influenzò la stesura dell'opera tanto che lo stesso scrittore, nell'agosto del 1924, scriveva all'editore: "Per l'amor di Dio, non usare la copertina che conservi per me perche' ne ho fatto riferimento nel libro", e infatti alla fine del quarto capitolo fa dire a Nick Carraway  "Unlike Gatsby and Tom Buchanan, I had no girl whose disembodied face floated along the dark cornices and binding signs…"

Che si debba giudicare i libri dalla copertina è risaputo; in questo caso poi, leggere Il Grande Gatsby con la sua cover originaria, che sia una prima edizione o no, dà all'esperienza di lettura un plusvalore innegabile.

Viviana Lisanti

2 Commenti
  1. Mi sembra assurdo però che la sovraccopertina costi più del libro. Capisco il valore – anche per l’errore tipografico – ma andrebbe venuta col libro no (ovviamente nell’edizione di quell’anno)?

  2. Sì, è venduta unitamente a una prima edizione del romanzo che comunque ha un valore minore, circa 7.000 dollari!