Jack Kerouac: ritrovata la lettera che ispirò il suo capolavoro

Persa per 65 anni, è tornata alla luce la lettera che ha ispirato il capolavoro di Jack Kerouac, Sulla strada.
È proprio dalla Joan Anderson letter, come viene chiamata nell'ambiente letterario, che lo scrittore ha preso l'idea per lo stream of consciousness che caratterizza il suo romanzo.

La lettera, scritta dall'amico Neal Cassady, ha come protagonista una donna (Joan Anderson, appunto) che trascorse con lui un weekend nel 1950. Un weekend selvaggio, dalla descrizione che Cassady ne fa in ben 18 pagine di stream of consciousness.

Secondo Jerry Cimino, direttore del Beat Museum di San Francisco, la lettera avrebbe cambiato totalmente lo stile di Kerouac, tanto che «Nel mondo della Beat ci siamo sempre riferiti alla Joan Anderson letter come al Santo Graal della Beat Generation».

Ci sono state molte teorie riguardanti la sorte della lettera, in tutti questi anni. Alla fine, si è scoperto che la stessa era sepolta negli archivi della casa editrice Golden Goose. Il proprietario, anni fa, ha dato parte degli archivi della sua compagnia a un vicino che li ha lasciati in eredita alla figlia che li ha trovati tra le cose del padre. Un bel giro, non c'è che dire.

La lettera andrà all'asta il 17 dicembre insieme ad altri piccoli tesori letterari. Sperando che non vada persa di nuovo.

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

1 Commento