John Lennon scrittore: in mostra dal 18 settembre

 

He'd had a hard day's night that day, for Michael was a Cocky Watchtower.

Prima che divenisse un successo planetario, un'attestazione di A hard day’s night risale alla raccolta di racconti degli esordi scritti da John Lennon. Che sì, non era solo cantautore e polistrumentista, forse non tutti lo sanno, ma anche scrittore, con una vocazione alla satira, al racconto umoristico e al calembour.

Questo lato meno famoso sarà in esposizione dal 18 settembre al 20 ottobre al Museo della Musica di Bologna. Literary Lennon. John Lennon scrittore, questo il titolo della mostra, aprirà in occasione di Artelibro Festival del Libro d’Arte.

La mostra sarà divisa in sezioni, a ognuna delle quali è assegnato un tema. Le prime due sono dedicate al debutto come autore e al primo grande successo editoriale, In His Own Write; la seconda e la terza ospitano A Spaniard in the Works e le successive pubblicazioni che riunivano i primi due libri; gli spazi successivi sono dedicati alle produzioni postume, Skywriting by Word of Mouth e i due volumi che vedono Lennon impegnato come illustratore; l’ultima sezione è infine dedicata ai testi del Lennon drammaturgo e alle collaborazioni con Yoko Ono.

In Italia i primi due libri di John Lennon sono stati tradotti per la prima volta a 35 anni di distanza da Arcana, grazie all’adattamento di Antonio Taormina e Donatella Franzoni, che si impegnarono in un funambolico lavoro di traduzione di giochi linguistici, sempre difficili da trasferire da una lingua all’altra senza inquinare il senso originale e mantenendo inalterato il potenziale comico.

Questa mostra getta luce non solo sulla biografia di John Lennon, ma anche sulla produzione musicale dei Beatles, largamente influenzati dalle sue visioni narrative. Se avete intenzione di andare a visitare e volete saperne di più, sul sito di Artelibro trovate tutte le informazioni. 

Lorenzo Castelli

Da quando ha scoperto la differenza tra E’ e È la sua vita non è cambiata. Ma adesso inizia le frasi con il verbo essere alla terza persona singolare modo indicativo tempo presente una volta su tre. È convinto che i suoi articoli salveranno il mondo.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.