La libreria di Tokyo che vende un solo libro alla settimana

(Photo credit: Miyuki Kaneko)

Dopo il Book and Bed – un originale ostello libreria – dal Giappone arriva un’altra novità curiosa in fatto di libri. La libreria Morioka Shoten & Co., aperta lo scorso maggio nel quartiere Ginza di Tokyo, ha scelto un modello di business abbastanza singolare: vende ai clienti un solo titolo alla settimana. Il motto della libreria è «Issatsu, isshitsu», cioè «una stanza, un libro», rispettato pienamente nella realtà. Il proprietario e libraio Yoshiyuki Morioka fa della selezione il punto di forza: propone un solo titolo, presente in un’unica stanza per sei giorni, dal martedì alla domenica.

Morioka presentò per la prima volta la sua idea nel settembre 2014, durante un workshop sui nuovi modelli di business organizzato dallo studio di design Takram. Alla base di questa scelta c’è una considerazione di buon senso: ogni libro merita di essere letto, se ci prendiamo il tempo per leggerlo.  Ogni settimana la libreria e il libro scelto diventano una cosa sola, in tutte le loro possibilità e sfaccettature: Morioka organizza ogni giorno dei piccoli eventi, come reading, salotti di discussione, incontri con l’autore.

L’arredamento della libreria rispecchia il concept minimalista ideato da Morioka: una piccola stanza con pareti e soffitto bianchi, pavimento in parquet grezzo e al centro un tavolo con le copie del libro. Anche il logo, un rombo nero, insegue questa coerenza. Il progetto creativo alla base libreria è stato sviluppato dallo studio di design Takram insieme allo stesso Morioka.

La libreria si trova a Ginza, il quartiere di Tokyo della moda e del lusso. Trovate Morioka al piano terra del Suzuki building, un edificio degli anni Trenta sopravvissuto ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Non mancano altri esempi che testimoniano l’amore che i giapponesi nutrono per i libri e che traducono in progetti, iniziative che entrano a far parte della vita quotidiana. Oltre al già citato Book and Bed – di giorno libreria, di notte ostello con camere divise da scaffali – va segnalata anche la campagna di comunicazione della città di Yokohama, per il reclutamento di bibliotecari qualificati per le biblioteche scolastiche della città. Senza contare il fascino di Jimbocho, il quartiere dei libri usati e antichi di Tokyo.

Luigi Mauriello

È un romantico nel senso fitzgeraldiano del termine. Nella vita scrive, beve caffè, va a caccia di refusi sulle locandine dei trasporti pubblici. Dategli uno spunto d'appoggio e con un paragrafo vi salverà il mondo.

1 Commento