La profezia dell’armadillo di Zerocalcare diventa un film

Un astronauta che esce dalla sua navicella per affrontare lo spazio indistinto. Da una parte la corda, che come un guinzaglio lo tiene legato per evitare una deriva cosmica senza appigli, dall'altra il timore che, a strattonarla troppo, questa si spezzi per davvero. È una cosa complicata travestita da metafora quella che dà inizio al consueto post del lunedì di Zerocalcare

Stavolta però, dietro la storia a fumetti si nasconde qualcosa di più, un annuncio speciale, per la gioia di tutti i fan del fumettista romano: il suo primo libro a fumetti La profezia dell'armadillo, pubblicato nel 2012 da Bao Publishing, presto diventerà un film. Ma le novità non finiscono qui. Regista e co-sceneggiatore dell'attesa sarà l'attore Valerio Mastandrea, raffigurato nel fumetto come l'incappucciato della panchina, personaggio che non mostra mai il suo volto se non alla fine e con cui l'alter-ego di Zerocalcare sembra andare molto d'accordo, dato che condividono le stesse visioni del mondo e le stesse ansie, come quelle che nascono dal realizzare un film degno o addirittura migliore del libro da cui è tratto. Ma tant'è, l'importante è non pensarci, perché «Può sempre succedere di tutto», parola del Mastandrea incappucciato. 

Ad ogni modo, sia Zerocalcare che Mastandrea non reciteranno nel film e, altra notizia intrigante, pare che la sceneggiatura, pronta da un anno, sia stata completamente riscritta, «con robe nuove e mai pubblicate». In questo modo, lo spettro del non sentirsi all'altezza del libro è in qualche modo fugato. Anzi, il film «pure se è basato sul libro, è proprio un'altra cosa», quindi non può che renderci ancora più curiosi e pieni di aspettative. Dai personaggi «della stanza S.», nel fumetto, apprendiamo che alla sceneggiatura ha partecipato anche Johnny Palomba, l'incappucciato con gli occhiali da sole che nella vita vera è conduttore radiofonico, scrittore e autore, tra gli altri, della web-serie Intrippment. Chiude il cerchio degli sceneggiatori Il Samurai della Garbatella, al secolo Oscar Glioti, autore di Fumetti d'evasione, un saggio sulla vita e l'opera di Andrea Pazienza. 

E se c'è qualcuno che teme da oggi un lunedì senza Zerocalcare, state tranquilli. Il nostro continuerà a giocare alla Playstation e ad aggiornare il blog con le sue storie a fumetti. La profezia dell'armadillo, inoltre è solo il primo dei suoi quattro libri a fumetti. In seguito sono stati pubblicati – tutti da Bao Publishing – Un polpo alla gola, Ogni maledetto lunedì su due e Dodici. Di quest'ultimo, che in sintesi è incentrato su «un'invasione zombie suburbana e coatta», ne abbiamo parlato qualche tempo fa su Finzioni in una bella intervista con l'autore. In attesa del film, quindi, avete tutto il tempo di recuperare. 

Luigi Mauriello

È un romantico nel senso fitzgeraldiano del termine. Nella vita scrive, beve caffè, va a caccia di refusi sulle locandine dei trasporti pubblici. Dategli uno spunto d'appoggio e con un paragrafo vi salverà il mondo.

2 Commenti
  1. come cribbio sarebbe a dire pubblicato nel 2011????? vorresti insinuare che è già passato un biennio ed oltre???? ommadonna, ma l’ho letto che sarà ieri… no, non può essere… sigh

  2. Ciao Sergej, in realtà hai ragione: il libro è più recente, è del 2012. Grazie per la segnalazione e scusaci per il refuso, correggiamo subito 🙂