Letti di notte – torna la notte dei libri viventi

Photo credit: Michela Murgia

Noi di Finzioni vi abbiamo già parlato di una certa notte bianca in libreria, ricordate?
Cagliari, 24 marzo, Libreria Piazza Repubblica, A night in the bookshop… esatto, bravissimi!

Un’idea originale e divertente, un pigiama party tra i libri, con tanto di sacco a pelo e lampada da lettura. Un’iniziativa bellissima, l’abbiamo detto allora e lo ripetiamo oggi, tanto particolare da meritare un seguito. Perciò Daniela e Patrizio, i librai di Piazza Repubblica, hanno pensato bene di coinvolgere altre librerie per ripetere l’esperienza, questa volta in collaborazione con Marcos y Marcos.

E se ai tempi si aspettava la primavera delle librerie, questa volta si celebra l’arrivo dell’estate: il 21 giugno, in occasione del solstizio d’estate, è in programma Letti di notte, una nuova, folle nottata all’insegna della bibliodiversità con l’intento di creare una specie di libreria creativa diffusa, una catena di eventi che coinvolga le librerie indipendenti di tutta Italia, riunendole per una notte magica all’insegna della passione per i libri e tutto ciò che li riguarda.

Sarà attivo, per chi vuole, anche un collegamento Skype. Così, chiunque entrerà in una delle librerie di Letti di notte potrà trovarsi virtualmente in qualsiasi parte d’Italia. Potrà esser servito dal libraio che vuole. Potrà seguire quel che accade quella notte nelle librerie anche da casa.
Inoltre, una radio indipendente seguirà l’evento in diretta.

I librai hanno carta bianca: possono inventare e proporre ai propri clienti quello che preferiscono.
Quel che è certo è che a partecipare saranno lettori, librai, scrittori, editori. E non è detto che, per l’occasione, i lettori non diventino editori. O gli editori, scrittori. O gli scrittori, librai. Non c’è limite alla fantasia, insomma.

Qui potete trovare l’elenco delle librerie aderenti.

Quanto a noi, non ci resta che augurarvi… buona notte!

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

1 Commento