Basteranno 10 righe?


 

Attualità & Approfondimento / Basteranno 10 righe?

Chi l’ha detto che Facebook è solo un mondo cattivone pieno zeppo di volgarità e (pseudo)rischi per la propria incolumità tale da meritarsi, secondo alcuni, censura e auspicabile chiusura definitiva dell’intero circuito? Quando e se è usato come si deve, può diventare un trampolino di lancio mica male per tante idee interessanti e di sicuro rappresenta un’opportunità impareggiabile di partecipazione collettiva.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            Ad esempio, 10 righe dai libri è una bella pensata che ha preso vita nel dicembre del 2009 proprio dal social network più cliccato e frequentato del mondo e ora è diventato un sito visitatissimo. Attivo dal 10 ottobre, è un bel brulicare di lettori incalliti e professionisti del libro e offre una specie di antipasto letterario, un assaggio che possa permettere di farsi tentare o meno da un libro.

Tramite un banalissimo click si accede al sito, ci si registra e da qui inizia l’avventura. E’ archiviata una collezione di libri che  sono consultabili per estratti di testo tassativamente di lunghezza pari a 10 righe. Ognuno di noi può inserire il libro che vuole, e ornamentarlo con le 10 righe che più lo hanno appassionato, con citazioni o anche commenti personali. E’ un po’ la riproposizione del classico viaggio-rito del lettore in libreria, che quando passeggia per i corridori e gli scaffali si sofferma su un libro, lo prende in mano, lo sfoglia, fissa la copertina e curiosa le alette, la quarta di copertina o anche parti interne al testo (c’è anche chi si divora dei libri interi seduto sulle poltrone, senza badare al tempo che passa e alle occhiate dei commessi che si chiederanno chissà che cosa).

Ogni lettore, che come detto formalizza la sua presenza iscrivendosi al sito e mettendo insieme un proprio profilo personale, può segnalare la propria preferenza (segnalibro) per le 10 righe inserite dai suoi colleghi. Alla fine per celebrare il lettore che con le sue 10 righe ha accumulato più segnalibri, gli verrà regalato un libro-incentivo e ogni settimana vengono scelti i più apprezzati dalla comunità di questo splendido gioco. L’obiettivo? Divulgare la lettura e la scrittura con tante sorprese dagli editori che hanno aderito ai giochi. Per conoscere libri ai quali in negozio magari si è passati vicino senza accorgesene o non scorgibili perchè nascosti impolverati tra le ragnatele.                                                                                                                                                                                                                       

Ad oggi hanno aderito, tra gli editori, Elliot, Castelvecchi, Arcana, Bompiani, Ponte alle Grazie e Salani Editore, Il Maestrale, Avagliano Editore, Newton Compton, Fazi, Edizioni Angolo Manzoni, Magazzini Salani e, Testepiene, Orme, Cargo, L’ancora del mediterraneo, Gambero Rosso, Fandango, Sperling & Kupfer, Il Saggiatore, Vallecchi e tante altre che sicuramente si uniranno all’allegra compagnia.  Gli editori partecipano attivamente all’iniziativa e, sempre sul sito, mettono a disposizione del lettore che bazzica da queste parti, le prime pagine o i primi due capitoli delle proprie uscite, così per far prendere familiarità con quello che potrebbe diventare, chissà, uno dei propri libri indimenticabili a cui ci si è più legati.  

 

Matteo Spinelli

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.