Bookatini by Georgette R.R. Martin e Nellie Gaiman

Benvenuta estate!
Va be', a dire il vero per domani danno pioggia, ma oggi c'è il sole, le colline sono in fiore, i papaveri in boccio, gli uccellini cantano e si può andare in giro in pantaloncini e maniche corte persino nel profondo Nord.
E allora cosa c'è di meglio, per sfruttare questa splendida giornata, che trascorrere la pausa pranzo in un bel parco insieme ai vostri colleghi del cuore? Niente. Appunto. Perciò spegnete quella macchina infernale che è il vostro computer, inforcate occhiali da sole e un panino e conquistate la panchina migliore! Prima, però, date un'occhiata ai nostri bookatini. Perché il sole bacia i belli, vero, ma con i nerd limona duro.

– C'è vostro marito che vuole riprodurre la Battaglia del Fosso di Helm in salotto e voi siete disperate perché i Rohirrim sono un po' troppi e vi infangherebbero il tappeto. È anche vero, però, che gli Uruk-hai potrebbero accidentalmente distruggere la collezione di statuette in ceramica che vi ha regalato la suocera, quindi non frustrate la vena creativa della vostra dolce metà, sfruttatela! Regalate al vostro consorte dei Lego, mostrategli le foto del link qui di seguito e lasciate che si diverta. Alla fine avrete anche la scusa per nascondere quelle "graziose" statuine nel Trombatorrione. Per salvarle da Saruman, ovviamente, non per altro… (via collider)

– Abbiamo un problema. Charlaine Harris ha quasi concluso il Ciclo di Sookie Stackhouse, la saga letteraria da cui è tratta la serie tv True Blood. E fin qui niente di male. Non fosse che, a quanto pare, i fan sono infuriati e la scrittrice eviterà perfino di partecipare al tour di pubblicizzazione dell'ultimo libro. Leggere per credere. (via thinkprogress)

– In letteratura, ultimamente, le questioni di genere sono all'ordine del giorno. C'è chi ritiene, in proposito, che le copertine dei romanzi scritti da uomini siano meno "frivole" rispetto a quelle scelte per le opere delle colleghe. Per dimostrarlo, la scrittrice Maureen Johnson ha pensato bene di chiamare a raccolta i suoi lettori, su twitter, e chiedere loro di scegliere un libro molto conosciuto e immaginare che l'autore fosse del sesso opposto a quello reale. Insomma… come sarebbero le copertine delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco se, a scrivere la saga, fosse stata Georgette R.R. Martin? E se Stardust l'avesse scritto Nellie Gaiman? (via Huffington Post)

– Per concludere, ecco a voi il trailer di Catching Fire (il secondo film tratto dalla trilogia degli Hunger Games) spiegato parola per parola, scena per scena. Letteralmente. (via youtube)

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

7 Commenti
  1. Verissimo. Devo ammettere che mi hanno quasi convinta a leggere Franzen. Quasi 😉

  2. Allora mi tocca davvero leggerlo (posso partire da “Le correzioni” o mi consigli altro?). La cosa buona è che, di solito, gli autori che in un primo momento mi attraggono di meno alla fine diventano i miei preferiti.